lunedì 25 aprile 2011

Girasoli per purificare il Giappone

Vista la  capacita' della pianta di assorbire alcune sostanze inquinanti, tra cui quelle altamente radioattive come il cesio 134 e 137, un gruppo di scienziati giapponesi sta pensando di piantare veri e propri campi di girasoli  in prossimità del reattore nucleare danneggiato di Fukushima.


Ma la coltivazione si estenderebbe anche nel raggio di 30 km dalla centrale, soprattutto nei giardini delle scuole. Bisognerà poi pensare allo smaltimento di queste piante equiparandole a  veri e propri rifiuti nucleari. Si sta pensando di utilizzare dei batteri usati per lo smaltimento rifiuti  che ridurrebbero del 99% il volume dei fiori stessi. 
Questa tecnica  era già stata sperimentata a Chernobyl.
ANSA

Nessun commento: