sabato 30 aprile 2011

Ingegneria ferroviaria in Italia e ponti strallati

La nuova linea TAV tratta Milano-Bologna attraversa il fiume Po un chilometro a valle di Piacenza, ove l’alveo di magra ha una larghezza di circa 350m e una distanza tra gli argini maestri di oltre 1km. Le esigenze imposte dalla futura navigabilità del fiume hanno indirizzato la scelta su un ponte strallato con una campata centrale di 192m, che, una volta in esercizio, sarà tra i maggiori al mondo tra quelli a servizio di treni ad Alta Velocità. Ha avuto la sua importanza anche l'impatto paesaggistico della struttura stessa.
Ponte TAV linea Mi-Bo

 Ora io non sono nè ingegnere nè mi posso permettere commenti tecnici sull'opera, ma ciò non mi esime dall'ammirare una opera ingegneristica di tale portata.
altra bellissima immagine
 Un altro ponte di questo tipo dal 2005 è in funzione a Marghera Zona Porto Commerciale collegando i principali assi stradali dell’isola portuale, via del Commercio e via dell’Azoto, con via dell’Elettricità.


Marghera
Ecco un'immagine  da Google Maps

4 commenti:

huckleberry ha detto...

basta che li facciano come scienza comanda ;)

stefitiz ha detto...

i mezzi e le teste ci sono....poi....è un'altra storia

Anonimo ha detto...

a Piacenza praticamente l'ho visto costruire,ci passavo tutti i giorni per andare a lavorare a Milano...bello ed imponente davvero ciao

stefitiz ha detto...

ciao Dan, bello si, io ho visto nascere quello di marghera