venerdì 29 aprile 2011

La Lega e i gay

«I manifesti Ikea, l'omosessualità? Sono cose loro, non me ne importa un'ostia. A Treviso i gay sono il 10 per cento della popolazione e anche in Parlamento ce ne sono e sono pure molto visibili. Ma nella Lega non ci sono gay: no, noi nel nostro partito abbiamo un dna diverso. Non abbiamo mai avuto un certo tipo di situazioni, non ho mai trovato leghisti gay, stiamo parlando del niente, del sesso degli angeli»
 Le dichiarazioni del senatore Piergiorgio Stiffoni seguono a pochi giorni quelle del segretario veneto della Lega e sindaco di Treviso Gian Paolo Gobbo: «Io multerei due uomini che si baciano in un parco della mia città. Certe cose si facciano in situazione private».
P. Stiffoni


Non vale neanche la pena di commentare.
gazzettino.it

Nessun commento: