domenica 1 maggio 2011

17 anni dalla morte di Ayrton Senna

Se la Formula 1 è oggi così sicura, il merito  è anche del weekend di Imola del 1994. Il 1° Maggio, durante il Gran Premio di San Marino, muore tragicamente il tre volte Campione del Mondo Ayrton Senna



Ayrton Senna, con il suo carisma e il suo modo di raccontare la sua fede, pareva essere protetto da una sorta di immortalità. E proprio questa sensazione ha reso la sua scomparsa ancora più scioccante, destabilizzante. Indimenticabili rimarranno le immagini del funerale, con un paese intero fermo e stretto attorno al suo Eroe. Una folla infinita di persone in lacrime al seguito del feretro. Nemmeno per dei Capi di Stato si sono viste scene simili. Perchè Senna non era solo un Campione di Formula 1, ma un vero e proprio punto di riferimento per il suo il Brasile, grazie alle opere di beneficenza a favore delle famiglie disagiate e dei bambini meno fortunati. Bambini di cui si occupa, attualmente e grazie alla sorella Viviane, l'Istituto Ayrton Senna, fondato dopo la sua scomparsa.


tuttosport 

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Sai che ricordo perfettamente il giorno dell'incidente.
Ero seduto in cucina a vedere le prove del GP insieme a mia mamma, che stava rigovernando.
E fu veramente uno shock.
Ed infatti, me ne rendo conto, ho smesso di guardare/seguire la F1 da quando Senna non c'è più.

stefitiz ha detto...

me lo ricordo anche io e per me la Formula 1 si è ridimensionata...e di molto