lunedì 16 maggio 2011

Venezia Jazz Festival


Venezia Jazz Festival, in programma dal 23 al 31 luglio 2011, è uno dei festival più importanti della scena italiana, che unisce una ricca ed esclusiva programmazione alla bellezza unica dei luoghi.
Ospitato in una città dove ogni evento si trasforma in una esperienza indimenticabile, il programma prevede una serie di prestigiosi concerti in Piazza San Marco e al Teatro La Fenice, ma anche in luoghi alternativi come i maggiori musei cittadini (Palazzo Grassi, Punta della Dogana, Collezione Peggy Guggenheim) e altre location suggestive e popolari, come la zona del Ponte di Rialto e diversi campi della città.

Giunto alla quarta edizione, il festival ospita ogni anno con grande successo di pubblico artisti di fama mondiale (negli anni si sono ascoltati Bobby McFerrin, Paolo Conte, Norah Jones, Pat Metheny, Wynton Marsalis…): un palcoscenico straordinario dove incontrare il meglio del jazz nazionale ed internazionale, ma anche un’occasione per conoscere band emergenti e nuovi talenti, che si esibiscono, spesso ad ingresso gratuito, nelle tante sedi del festival.

Locandina
Quest'anno l' evento musicale  vedrà come protagonisti due nomi famosissimi: Sting e Cesária Évora. Il cantante britannico, tra l’altro, si esibirà insieme all’Orchestra Filarmonica della Fenice. La serata dedicata a Sting e al suo Symphonicity Tour è quella del 29 luglio e l’ambientazione del concerto è d’eccezione: l’ex Police canterà, insieme alla sua band e a un’orchestra di 50 elementi, in Piazza San Marco.
La scaletta, creata appositamente per questo tour, annovera pezzi storici dei Police tra cui ‘Every Little Thing She Does Is Magic’, ‘Roxanne’, ‘Next To You’ e ‘Every Breath You Take’, oltre naturalmente ai brani più famosi della sua carriera da solista, come ‘Englishman in New York’, ‘Fragile’, ‘Russians’, ‘If I Ever Lose My Faith in You’, ‘Fields Of Gold’ e ‘Desert Rose’. Oltre all’orchestra sinfonica, Sting sarà accompagnato da un gruppo di illustri musicisti, tra cui Dominic Miller, Rhani Krija, Jo Lawry e Ira Coleman.
 
Cesária Évora, invece, cantante capoverdiana definita ‘Regina della morna’, stile che unisce le percussioni dell’Africa occidentale con il fado portoghese, la musica brasiliana e i canti di mare britannici, si esibirà il 26 luglio al Teatro La Fenice. Insieme a questi due nomi di punta, ci saranno anche il percussionista Trilok Gurtu, in solo, e il quintetto del pianista cubano Omar Sosa. Il 27 luglio è in programma il doppio concerto del percussionista Trilok Gurtu, vincitore di ben 5 Grammy come migliore musicista-percussionista per la BBC World Music Awards.
Sullo stesso palco, il quintetto del pianista cubano Omar Sosa, nel suo omaggio a ‘Kind of Blue’ di Miles Davis, sarà una versione reinterpretata a suo modo, con arrangiamenti molto energici. Oltre ai concerti a pagamento, tutte le sere ci saranno concerti gratuiti in Campo dell’Erbaria a Rialto. Le ambientazioni scelte per il festival saranno, inoltre, Palazzo Grassi, Punta della Dogana, Collezione Peggy Guggenheim.

Nessun commento: