domenica 31 luglio 2011

Mappe Dolomiti in 3D

Per gli amanti della montagna, soprattutto invernale, Dolomiti SuperSki, in collaborazione con società specializzate in mappe 3D ( Reality Maps e Tappeiner ) dà la possibilità di scaricare dal proprio portale un navigatore tridimensionale realizzato sulla base di immagini aeree ad altissima risoluzione, che permette di simulare un volo fra le montagne delle Dolomiti, alla scoperta del comprensorio sciistico, nel cuore del Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO.
L'applicazione, da scaricare sul proprio pc, permette di accedere a numerosissime informazioni che vanno dalle piste (diversificate per colore di difficoltà), agli impianti di risalita  nonché piste di slittino e da fondo. Si possono localizzare anche i rifugi in pista, le baite ed i ristoranti.  Chi è appassionato di gruppi montuosi può apprezzare le creste da tutti i punti di vista e imparare i nomi delle principali vette delle Dolomiti , selezionando con un clic la voce "geografia".
Il servizio permette anche di visualizzare le oltre 150 webcam del comprensorio.
Qui il link per scaricare l'applicazione.


Una volta scaricata l'applicazione e lanciata dal vostro pc si aprirà questa pagina. Selezionando Dolomiti Superski verrà visualizzata la cartina in 3D della zona interessata.
Dall'immagine in alto si evince che c'è la possibilità di caricare altre mappe  come l'Alta Badia, l'Everest e altre zone sciistiche europee.
Qui sotto un esempio di visualizzazione 3D della mappa Alta Pusteria.



sabato 30 luglio 2011

In memoria di Giuseppe D'Avanzo

10 domande al Presidente del Consiglio


E' morto oggi Giuseppe D'Avanzo, scrittore/giornalista. In memoria

Nuova performance del ministro Brunetta



Nuovo show del ministro Renato Brunetta, che non ha perso l’occasione di offendere anora una volta un gruppo di contestatori, raccoltosi a Viterbo a margine del Festival della cultura digitale Medioera per accogliere degnamente il ministro, intervenuto ad un convegno. La risposta di Brunetta non si è fatta attendere: “Cretini! Cretini! Poveretti, ma non vi rendete conto di quanto siete disperati e disgraziati. Non lavorate!“, . Beh, certo che non lavorano, sono precari e disoccupati…
Il ministro della Pubblica Istruzione e dell’Innovazione si è esibito in una performance proprio degna di un uomo di Stato.

car sharing

Leggo su un giornale specializzato la nuova idea lanciata in Giappone.  Nella primavera del 2012 verrà lanciato, nella terra del sol levante, un servizio innovativo : il car sharing condominiale. Perchè la condivisione di un'auto non può essere fatta tra condomini? questa domanda se la son posta alcuni manager ( top ) della Toyota. Detto fatto, e la risposta è stata appunto questa: con l'impiego di una Prius Plug-in, ed in futuro di altra auto Toyota a trazione elettrica su base iQ, verrà attuato il servizio di car sharing in due condomini, nelle prefetture di Tokio e Aichi.  Ancora da definire le modalità e i costi, ma intanto , per l'ennesima volta il Giappone si è dimostrato avanti anni luce...

venerdì 29 luglio 2011

Fiat Fremont

Dopo tantissimo tempo ho visto una Fiat che mi piace. Strano, l'ultima volta che mi era successo è stato con la Fiat Sedici, modello uguale uguale alla Suzuky SX4 creato con l'avvento della General Motors nell'orbita Fiat. Una Fiat anomala quindi, una macchina nata da ben altre menti.
Oggi appunto il secondo caso da anni a questa parte. La Fiat Fremont, guardacaso modello di auto tipo suv derivato direttamente dal Dodge Journey, dopo la "fusione " Fiat-Chrysler.
Mah...un caso?

"La pirateria aiuta il cinema" ma lo studio viene 'secretato'


L'analisi di un osservatorio di ricerca tedesco sugli utenti di un sito che permetteva lo streaming dei film: non danneggiano l'industria perché usano il web come anteprima dei film che vedranno al cinema o acquisteranno. Ma i risultati vengono tenuti segreti perché poco graditi alle aziende.

Oltretutto questa teoria è condivisa anche da alcuni gruppi per la libertà del web. Vi giro il link interessante da La Repubblica.it.:
http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/07/29/news/pirateria_cinema-19494246/

giovedì 28 luglio 2011

Sul decentramento dei ministeri interviene il Presidente della Repubblica

«Mi risulta che il Ministro delle riforme per il federalismo e il Ministro per la semplificazione normativa, con decreti in data 7 giugno 2011 - peraltro non pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale - hanno provveduto a istituire proprie "sedi distaccate di rappresentanza operativa"; ho appreso altresì che analoghe iniziative verrebbero assunte a breve anche dal Ministro del turismo e dal Ministro dell'economia e delle finanze (quest'ultimo titolare di un importante Dicastero, anzichè Ministro senza portafoglio come gli altri tre). Come ho già avuto occasione di sottolineare al Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dott. Letta, la dislocazione di sedi ministeriali in ambiti del territorio diversi dalla città di Roma deve tener conto delle disposizioni contenute nel regio decreto n. 33 del 1871, ancora pienamente vigente, che nell'istituire, all'articolo 1, Roma quale capitale d'Italia ha altresì previsto che in essa abbiano sede il Governo ed i Ministeri».

«È altresì noto che la scelta di Roma capitale è stata costituzionalizzata con la riforma del titolo V della nostra Carta che, con la nuova formulazione dell'articolo 114, terzo comma, ha da una parte introdotto un bilanciamento con le più ampie funzioni attribuite agli enti territoriali e dall'altra ha posto un vincolo che coinvolge tutti gli organi costituzionali, compresi ovviamente il Governo e la Presidenza del Consiglio: vincolo ribadito dalla legge n. 42 del 2009, che all'art. 24 prevede un primo ordinamento transitorio per Roma capitale diretto "a garantire il miglior assetto delle funzioni che Roma è chiamata a svolgere quale sede degli Organi Costituzionali».

«Infine, recentemente e sia pure in un contesto non univoco, nel corso dell'esame parlamentare del d.l. n. 70 del 2011, sono stati discussi e votati diversi ordini del giorno finalizzati ad escludere ipotesi di delocalizzazione dei Ministeri pur nell'accoglimento, senza voto, di un o.d.g. (Cicchitto ed altri) di contenuto autorizzatorio».

«Quanto al contenuto dei citati decreti istitutivi devo rilevare che i Ministri emananti, Ministri senza portafoglio, hanno provveduto autonomamente ad istituire sedi distaccate, rispettivamente, di un Dipartimento e di una Struttura di missione, che costituiscono parte dell'ordinamento della Presidenza del Consiglio». 

«Poiché ai fini di una eventuale sua elasticità, il decreto legislativo n. 303 del 1999, all'articolo 7, attribuisce al Presidente del Consiglio la facoltà di adottare con DPCM le misure per il miglior esercizio delle sue funzioni istituzionali, ritengo che l'autorizzazione ad una eventuale diversa allocazione di sedi o strutture operative, e non già di semplice rappresentanza, dovrebbe più correttamente trovare collocazione normativa in un atto avente tale rango, da sottoporre alla registrazione della Corte dei Conti per i non irrilevanti profili finanziari, come affermato dalla sentenza della Corte Costituzionale n. 221 del 2002».

«Peraltro l'apertura di sedi di mera rappresentanza costituisce scelta organizzativa da valutarsi in una logica costi-benefici che, in ogni caso, dovrebbe improntarsi, nell'attuale situazione economico-finanziaria, al più rigido contenimento delle spese e alla massima efficienza funzionale».

«Tutt'altra fattispecie, prevista dalla stessa Costituzione e da numerose leggi attuative, è quella della esistenza, storicamente consolidata, di uffici periferici (come ad esempio i Provveditorati agli studi e le Sovraintendenze ai beni culturali e ambientali), che non può quindi confondersi in alcun modo con lo spostamento di sede dei Ministeri; spostamento non legittimato nè dalla Costituzione che individua in Roma la capitale della Repubblica, nè dalle leggi ordinarie, quale ad esempio l'articolo 17, comma 4-bis, della legge n. 400 del 1988, che consente di intervenire con regolamento ministeriale solo sull'individuazione degli uffici centrali e periferici e non sullo spostamento di sede dei Ministeri. Inoltre, il rapporto tra tali uffici periferici e gli enti locali va assicurato sull'intero territorio nazionale nell'ambito dei già delineati uffici territoriali di Governo».

«Va peraltro rilevato che a fronte della scelta, non avente connotati di particolare rilievo istituzionale, di aprire meri uffici di rappresentanza, non giova alla chiarezza una recente nota della Presidenza del Consiglio, che inquadra tale iniziativa nell'ambito di "intese già raggiunte sugli uffici decentrati e di rappresentanza di alcuni ministeri sia al Nord che al Sud, come già in essere per molti altri ministeri", così preludendo ad ulteriori dispersioni degli assetti organizzativi dei Ministeri tanto da consentire la prefigurazione, da parte di esponenti dello stesso Governo, di casuali localizzazioni in vari siti regionali o municipali delle amministrazioni centrali. E' necessario ribadire che tale evoluzione confliggerebbe con l'articolo 114 della Costituzione che dichiara Roma Capitale della Repubblica, nonchè con quanto dispongono le leggi ordinarie attuative già precedentemente citate».

«La pur condivisibile intenzione di avvicinare l'amministrazione pubblica ai cittadini, pertanto, non può spingersi al punto di immaginare una "capitale diffusa" o "reticolare" disseminata sul territorio nazionale, in completa obliterazione della menzionata natura di Capitale della città di Roma, sede del Governo della Repubblica».

«Ho ritenuto doveroso, onorevole Presidente, prospettarle queste riflessioni di carattere istituzionale al fine di evitare equivoci e atti specifici che chiamano in causa la mia responsabilità quale rappresentante dell'unità nazionale e garante di principi e precetti sanciti dalla Costituzione».


Giorgio Napolitano, 28 luglio 2011 
Lettera indirizzata al Presidente del Consiglio




Chi vivrà, vedrà...mah...

Piste ciclabili in Italia e a Mestre

Aperta una nuova pagina su Facebook e un blog a tema , un pò più specifico. Argomento: le piste ciclabili. Fautore di tutto ciò Gianluigi Cogo, noto blogger e frequentatore  del web. Scopo dichiarato dar battaglia  a tutto quello che inibisce l'uso delle piste ciclabili. La pagina su Fb,  Open Bike,  è dedicata  a segnalare tutte le inefficienze delle amministrazioni comunali italiane nell'ambito delle  piste ciclabili . ( Basta avere un cellulare con fotocamera digitale e postare qui le foto, la rete fa il resto! ) come recita la presentazione sulla pagina stessa, ed e' già molto seguita in tutta Italia a pochissimo tempo dal lancio sul Social Network.
La seconda è  più prettamente dedicata alla realtà mestrina ( visto che il promotore è veneziano) e si prefigge anche qui di segnalare le problematiche delle piste ciclabili .
Il blog  si chiama Bike Mestre, creato su piattaforma blogspot, e sebbene " operativo " da poco ha già      ricevuto diverse segnalazioni corredate da foto molto esplicative. 
Questa iniziativa ha già avuto risalto sulle pagine della stampa locale veneziana .

mercoledì 27 luglio 2011

.... per le anime in cerca di un po 'di riposo


Before taste from Gioacchino Petronicce on Vimeo.

Tranquillo  video anti-stress per le anime in cerca di un po 'di riposo.
Nessuna macchina, né  strade o edifici. La spiaggia, la sabbia, l'oceano, il tutto su un fondo di musica naturale che è quello costituito dal rumore delle onde, vento, sabbia estratta dalle acque.

Treccani.it

Ai tempi delle mie avventure scolastiche non c'era internet nè wikipedia  e quando si trattava di fare una ricerca ( relazione ) su un determinato argomento non ci restava che affidarsi alle varie enciclopedie che si aveva in casa ( da amici, parenti ecc. ). Altra soluzione, ancora ora in voga, era quella di recarsi in biblioteca e lì, tramite consultazione dei testi che ci servivano, veniva elaborata la ricerca vera e propria, oltretutto scritta a mano, o al meglio, battuta a macchina.
Le enciclopedie che andavano all'epoca erano Conoscere, Universo e I quindici ( a tal proposito ecco un interessate link ), ma quella più famosa ( e costosa ) dell'epoca era sicuramente la Treccani ovvero l' Enciclopedia Italiana di scienze, lettere ed arti.  Era una delle più autorevoli enciclopedie con enorme quantità di tomi dal prezzo spropositato (complessivamente l’Enciclopedia consta di 62 volumi, per un totale di 56.000 pagine con circa 50 milioni di parole)  stampata su carta speciale garantita 200 anni.
Ora , da un pò di tempo per la verità, Treccani è online consultabile gratuitamente  con una
serie di strumenti utili e interattivi, come widget, toolbar e feed rss . E’ possibile, commentare le voci enciclopediche, segnalare contenuti per arricchire il patrimonio Treccani, inserire parole chiave (tag) utili a creare percorsi tematici.
Infine, è possibile anche creare un proprio profilo personale, previa registrazione, per salvare percorsi di navigazione e link utili, scambiarsi messaggi, intervenire in dibattiti, ricevere aggiornamenti e porre domande. Ci sono anche sezioni dedicate alla scuola e alla web tv.
Home page

martedì 26 luglio 2011

Estrarre acqua dall'aria tramite impianto eolico

Un sistema in grado sia di produrre energia elettrica che di ricavare acqua potabile, un impianto eolico quindi progettato dalla francese Eole Water, che si propone di ricavare oltre 2000 litri al giorno, oltre all' energia stessa.
Il sistema permette di raccogliere l’umidità presente nell’aria e di condensarla per estrarne l’acqua.  La ditta francese stima  l'umidità presente nell'aria per circa 13000 litri per km cubo .
Già avviato contatti per l'installazione del sistema ( la pala eolica pesa 11 tonnellate ed è alta 30 metri e non ha bisogno di essere collegata a una rete ) con numerosi stati con problemi di approvvigionamento d'acqua.
Fonte: Ecoo.it

Un lievito per produrre biocarburante

Il lievito usato da millenni per produrre pane, vino e birra può essere trasformato in un produttore di biocarburanti super efficiente inserendo nel suo Dna un gene 'rubato' a un fungo che vive nella corteccia degli alberi. La metamorfosi è riuscita ai ricercatori dell'università del Wisconsin, che hanno pubblicato i risultati del loro lavoro sulla rivista dell'Accademia americana delle scienze, Pnas.
Il protagonista di questo esperimento è il lievito Saccharomyces cerevisiae, il più importante nell'ambito dell'alimentazione umana, usato fin dall'antichità per la panificazione e la produzione di birra e vino. Grazie al suo metabolismo, infatti, questo semplice organismo è in grado di trasformare gli zuccheri in alcol e anidride carbonica. I ricercatori hanno pensato di sfruttare questa sua capacità per produrre biocarburanti a partire da un particolare tipo di zucchero che normalmente il lievito non considera 'commestibile'. Si tratta dello xilosio, uno zucchero a cinque atomi di carbonio disponibile in natura in grande quantità, visto che costituisce quasi la metà degli zuccheri delle piante.
I ricercatori, guidati da Dana Wohlbach, hanno quindi comparato il Dna di due funghi che vivono nella corteccia degli alberi e che usano normalmente lo xilosio per nutrirsi e per fornire a loro volta nutrimento agli scarafaggi. Hanno così individuato diversi geni capaci di indurre la trasformazione dello xilosio e li hanno trasferiti nel Dna di S. cerevisiae. Un gene in particolare, chiamato CtAKR, ha dato risultati particolarmente significativi. Questi geni potranno ora essere usati per potenziare le capacità produttive di diversi lieviti usati già oggi per la produzione di biocarburanti



Fonte: Ansa.it


altri articoli:
http://www.mondobirra.org/articolo2857.htm
http://www.blitzquotidiano.it/energia/biocarburanti-dal-lievito-per-il-pane-basta-un-gene-924740/

lunedì 25 luglio 2011

Nuovo album per A. Venditti

Si chiamerà "Unica", come il singolo che ne precederà l'uscita, il nuovo album di Antonello Venditti. A quasi quattro anni dal suo ultimo lavoro ( Dalla pelle al cuore) il nuovo lavoro che dovrebbe uscire a fine novembre sarà distribuito anche in versione iTunes e prevede due versioni ( normale e deluxe ).
Quasi in contemporanea con il lancio del disco partirà, a primavera il nuovo tour che prevede una decina di date nei palasport   di tutta Italia.
Questo il sito ufficiale del cantautore romano.

La storia di Silvio con tutte esse

Silvio, sgravato su suolo sforzesco (scrofa semilanuta suo simbolo), successivamente suoi studi si sostentò sollazzando signorinelle su scafi sfarzosi.
Sessantotto segna sua scalata sociale: sebbene sorgente sue sovvenzioni sia sconosciuta, sbanca stendendo sobborghi su Segrate, strutture sinceramente sgraziate. Seguirono successi stellari: S.p.a., S.r.l., S.a.s…. si sussura Società Segreta Sovversiva sia stata spalleggiatrice suddetti successi. Suo solo scopo: smantellare sistema statale sostituendovisi.

Siccome suoi soldi stavano sparpagliati strutturò Supersocietà. Sarà sua svolta: sotto suo stemma (serpentone) si staglieranno Standa, supermercati, società sportiva, soprattutto suo showbusiness spopolerà. Segretario socialista successivamente scappato spianerà sua strada.
Sullo Stivale si susseguivano scandali: sgamarono senatori senza scrupoli, stavano scambiando soldi svendendo Stato. 
Sorpreso Squillante spartirsi suoi soldi sporchi Silvio sospirò: “sbarre sarebbero sgradevoli”, suo secondo, sbaciucchiando Siciliani sospetti, suggerì “sarebbe strepitoso se sottoscritti sostituissero socialisti, sicuramente staremmo scialli”. Silvio: “ Scendo!”. Su Su Stivale sarà suo schieramento. Stolta sinistra sottovalutò suo strapotere: spadroneggiando sugli schermi Silvio stravinse. Sedusse spettatori seminando straordinarie speranze. Solo speranze, storia smentì sue smargiassate. Subito suo schieramento si sciolse. Salirà sul suo scranno solo successivamente sommando sentimentali Salò, secessionisti, socialisti . Sfrutterà servile show “Soglia su Soglia”: sciorinando suoi soliti sofismi sbiaditi stipulerà Statuto su scrivania. Senza sforzi sindaco sciapo sarà sconfitto. Scorrono settimane, suo strapotere si spande su Senato. Seguendo sua strategia (scampare sbarre) Silvio smarca sbirri scrivendo salvacondotti, stringendo su scadenza sentenze. Scommettiamo smetterà solo se stira? Secondariamente sancisce storica Sentenza Slava: sfratta Santoro, seguono suoi simili. Spadroneggia sugli schermi senza sosta.
Sommateci sberleffi su statisti stranieri, svilimento sistema scolastico, spazzatura sparsa sul Sud. Stessa solfa si sussegue, stagioni su stagioni. Sinistra sembra sparita se sottraiamo settantadue settimane scarsamente significative: soprintendeva Senato spietata spia sovietica (secondo Scaramella). 
Stati stranieri sghignazzano scrutandoci stupiti: “Sono senza speranza”. Sembrerebbe sufficiente, sebbene, sorpresa sorpresa, seguono scandali sessuali. Soubrette scosciate si scoprono senatrici, segretarie sotto scrivanie si scoprono sottosegretarie. Si sa, Silvio si sdebita spartendo seggi, sebbene smentisca spudoratamente. Sua sposa, stufatasi, si separa. Silvio si scatena: seduce signorine sussurrando “Sono scapolo, sono settantenne, sono soldi”. Scopre squillo Sahariana sedicenne: sono serate straordinarie. Senonché sbirri sgamano suddetta squillo scippare sua socia, subito Silvio sollecita scarcerazione. Stampa si sbizzarrisce.
Sembrerebbero susseguirsi solo scandali sessuali, senonchè simultaneamente si scatena sisma su stupendo sito storico, soprattutto su sede studentesca, scoprendo subdoli sotterfugi. Si sentono sogghignare speculatori senza scrupoli su sorte sfollati. Stronzi. Silvio sperpera soldi statali senza sistemare situazione. Stessi speculatori si sobbarcavano spese Scajola: stanze, salotti, servizi. Scajola sostenne: “Sono stupito”. Scoop su scoop, sfiducia serpeggia su suo schieramento; suoi seguaci smarriti scappano, sancendo scisma. Sembra Stivale si stia svegliando, se solo si svegliasse sinistra, Silvio sarebbe spacciato. Silvio sembra stanco, sempre sotto stress…sfera si sta stringendo. Sembrerebbe sussistere singola soluzione: Scilipoti salverà Silvio?



http://www.libertiamo.it/2011/07/23/silvios-super-story/
Bisogna ammettere che anche se non si è d'accordo con il contenuto, ne è uscita una grande opera letteraria....

Philip Kerr, scrittore dall'ambientazione storica

All'esordio come scrittore Philip Kerr fu subito paragonato ai più grandi scrittori contemporanei. I suoi romanzi sono frutto di una conoscenza enciclopedica degli argomenti trattati e spaziano da romanzi per ragazzi, a gialli/ polizieschi per finire alla serie di cui vi voglio parlare, ambientata nella Germania pre seconda guerra mondiale, nel periodo coincidente con l'ascesa al potere di Hitler.
Per gli amanti dei romanzi ambientati in epoca storica è interessante la lettura della serie che ha come protagonista il commissario Bernie Gunther , della polizia criminale tedesca. La serie comprende ben sei romanzi che in ordine cronologico accompagnano il protagonista tra la Germania nazista del 1936,  ( primo romanzo "Violette di Marzo" ) fino alla caduta in disgrazia, essendo sostenitore della Repubblica di Weimar, ed alla successiva fuga dalla Germania stessa e rifugio a Cuba  ( ultimo romanzo della serie " Se i morti non risorgono" ).
A parte il genere che può piacere o no, poliziesco noir, è interessante la descrizione cupa dell'atmosfera che si viveva all'epoca con l'ascesa al potere dei nazisti, la persecuzione ebraica e la corruzione che ,anche all'epoca, imperava negli ambienti politici e di potere in genere.
Fanno parte di questa collana:
Violette di marzo
Il criminale pallido
Un requiem tedesco
L'uno dall'altro
A fuoco lento
Se i morti non risorgono
scritti nell'arco temporale che va dal 1989 al 2009
Questo il sito ufficiale dello scrittore, scozzese, nato nel 1956

domenica 24 luglio 2011

Lifecycle...la bicicletta è vita


Lifecycle from Pedro Sousa | visuals on Vimeo.

non c'è né  né bene né male
c'è solo quello che si sceglie di fare la vita è scelta
si sceglie la strada e la destinazione
ma solo alla fine
saprete dove siete e come siete arrivati

Saggezza tratta da "Into the wild-Nelle terre selvagge....."

"C’è tanta gente infelice che tuttavia non prende l’iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. Il vero nucleo dello spirito vitale di una persona è la passione per l’avventura. La gioia di vivere deriva dall’incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso… "


nel film Into the Wild – Nelle terre selvagge


Bellissimo film , storia vera, magicamente interpretato.

sabato 23 luglio 2011

Amy Winehouse


R.I.P.
anche se avrei da ridire sul modo in cui si getta via una vita, quando si ha la fortuna di star bene...

Non più cloro in piscina ( in Europa )

Si sa da tempo che l'uso in piscina del cloro come disinfettante può produrre effetti negativi sulla salute umana soprattutto a livello epidermico ( ecco un link al proposito ). Per ovviare a questo in Europa e in particolar modo
in Germania, Austria, Svizzera e Francia,  la nuova tendenza sono le «piscine biologiche». Addio a cloro e ozono, perché ora sono giunchi, iris e alghe a eliminare i batteri salvaguardando l'ambiente.
In questi paesi soprattutto le piscine comunali hanno adottato il sistema detto di "piscine biologiche" per depurare  l'acqua, e questo con risparmio per installazione e manutenzione, oltre che  un modo sicuramente meno inquinante e dannoso per la salute.
L'unica accortezza è mantenere costante la temperatura dell'acqua a 28°. Con le piante il filtro dell’acqua è assolutamente naturale e permette di creare un sistema chiuso di riciclo con alcuni batteri positivi, che eliminano i negativi e mineralizzano l’acqua della piscina, evitando quindi l'uso di prodotti chimici come il cloro. 
Vedremo se anche in Italia questa innovazione prenderà piede.

Vacanze in B & B

Un modo forse più economico di passar le vacanze, ma che in ogni caso ci lascia libera tutta la giornata avendo come unico appuntamento fisso solo la colazione, è usufruire dei servizi offerti da un Bed & Breakfast.
Questa forma di turismo si è sempre più sviluppata negli ultimi anni e ormai è facilissimo trovare in zone e città turistiche, senonchè in grandi città, chi offra questa opportunità.
Vi voglio, per l'appunto segnalare, due portali per la ricerca  in rete .
Il primo portale, .bed-and-breakfast.it, già nella home vi mostra una carta geografica  in cui voi potete restringere il campo di ricerca, avvicinandovi manmano alla meta designata. Non mancano le sezioni del last minute, le offerte e una ricca sezione dedicata agli eventi e alle fiere n corso.
 Questo portale vi porta  ad esplorare il mondo della microricettività in Italia, con ostelli, appartamenti, B & B, locande e Country House.


Il secondo motore di ricerca, al quale si può accedere dalla home page precedente, è invece dedicato ad una ricerca veloce di strutture B&B  e si presenta con una home page semplice e minimalista in cui da subito potrete cliccare sulla vostra  meta preferita. B&B Fast una volta scelto vi mostra le caratteristiche delle strutture, il link della struttura stessa e le varie informazioni ( Ubicazione, prezzi ecc.ecc. )

venerdì 22 luglio 2011

Lucien Freud

 Lucian Freud, uno dei pittori contemporanei piu' possenti, che ha rivoluzionato l'arte del ritratto e del nudo, e' morto a 88 anni nella sua casa londinese dopo una breve malattia. Lo ha reso noto il gallerista William Acquavella, agente del pittore, che ne ha dato notizia al New York Times.''Viveva per dipingere e ha dipinto fino all'ultimo della sua vita'', ha detto il gallerista citato dalla Bbc. Nato a Berlino l'8 dicembre 1922, Lucian - che era nipote di Sigmund Freud (suo nonno) - dopo l'ascesa al potere di Hitler si trasferi' con la famiglia in Inghilterra nel 1933 e nel 1939 prese la cittadinanza e presto' poi servizio nella Marina mercantile britannica. Sposato la prima volta nel 1948 con la figlia dello scultore Jacob Epstein, che dipinse in vari ritratti, nel secondo matrimonio, anche questo finito con un divorzio, sposo' lady Caroline Blackwood. Lascia molti figli, legittimi e no. Gliene sono attribuiti - con esagerazione - una quarantina. Fondamentale per il suo sviluppo artistico e' stato l'incontro nei primi anni '50 con Francis Bacon - un altro 'mostro acro' dell'arte contemporanea - da lui ritratto in uno dei suoi lavori piu' famosi. Nelle sue opere, spesso scioccanti per la crudezza dei particolari, amava ritrarre persone che conosceva bene, i suoi amici, le sue compagne, i suoi figli. ''Voglio che la pittura sia carne'', affermava: una carne tormentata, ridondante, come quella strabordante dal divano sfondato su cui dorme una donna obesa (Sue Tilley), nel celebre quadro del 1995 'Benefits supervisor sleeping', acquistato nel maggio 2008 da Christie's per circa 34 milioni di dollari. Il suo pessimo carattere e' immortalato nel mini autoritratto del 1978, battuto da Sotheby's per oltre tre milioni di dollari nel febbraio 2010, in cui si rappresenta con un occhio pesto, frutto di una lite con un tassista a Londra. La sua ultima grande mostra e' stata la primavera del 2010 al Centre Pompidou a Parigi. L'anno prossimo e' prevista una sua grande retrospettiva nella capitale britannica in occasione delle Olimpiadi londinesi. Lucian freud era anche legato alla famiglia di Rupert Murdoch: suo nipote Matthew, figlio di suo fratello Clement, ha sposato Elisabeth, figlia dello 'squalo' Rupert
Fonte: Ansa.it

Il teatro cammina con i piedi sulla terra

Bella iniziativa, ma per pochi.

Vivere l'esperienza artistica, di notte, nel silenzio della campagna, illuminati unicamente dalla luna; camminare per i campi e fermarsi ad ascoltare, di tanto in tanto, una poesia, una canzone, un pensiero; ritrovare il suono delle voci e degli strumenti nudi, non amplificati, e farsi stupire da strane figure che potrebbero apparire lungo il sentiero: si compone di tutte queste suggestioni 
Animula - Con i piedi nella terra
, la camminata a tappe artistiche che accadrà sabato 23 luglio (in caso di pioggia il 24), a partire dalle 21.30, nei campi della famiglia Casarin in via Luneo 85 a Mirano.
Ad Animula parteciperanno quattordici artisti singoli o gruppi, ognuno chiamato ad interpretare, secondo le proprie sensibilità, la "piccola anima" del titolo: dalle musiche di Ciacoe S'ciete, Marco Quaresimin, Mondondoso, Paolo Calzavara Pax, Riccardo Vianello e Giacomo Tretti, Stefano Patron e Andrea Masenello, alle letture di Cristina Bettin, ai racconti di Daniela Bertoldo e Sandra Mangini, alle poesie di Ulisse Fiolo, alla fotografia di Tommaso Saccarola, alle sorprese di Domenico Migliaccio, Fabiana Crescentini, e Giuseppina Casarin con le piccole Anita ed Emma e Erika Gambato.

Nuovo album dei Litfiba in arrivo

Sembra che  i Litfiba siano al lavoro ad un nuovo disco di inediti , che - stando a quanto confermato dal boss della band Piero Pelù - potrebbe raggiungere il mercato già entro la fine del prossimo mese di dicembre. Piero ha dichiarato che con Ghigo stanno lavorando di brutto al nuovo disco. 
Risale al 1999 l'ultimo album dei Litfiba a cui hanno collaborato sia Ghigo Renzulli  che Piero  Pelù. Si trattava dell'album " Infinito". Dopo ci fu la separazione di Pelù dal gruppo, un  episodio con strascichi polemici  che solo nel 2010 si è ricomposta con una reunion sul palco del Forum di Assago. Tra l'altro proprio  questo sabato si terrà l'unico concerto estivo del gruppo, precisamente a Sabaudia, all'Arena del Mare. Reduci da un tour europeo che ha toccato Londra,Berlino,Bruxelles, Amsterdam,  Ginevra,  Zurigo,  Parigi e Barcellona.
Questo il sito ufficiale della band.







giovedì 21 luglio 2011

Bizzarra design, un'artista online

Volete una borsetta in tessuto ecologica originale oppure una maglietta coloratissima fatta su misura, ( da ordinare comodamente online ) per voi o per un regalo che non mancherà di stupire chi lo riceve? Volete conoscere un'artista poliedrica amante della fotografia, tra le altre cose,  che si occupa di arte in svariate forme con una sete inesauribile di sperimentare? Allora forse è il caso che voi facciate una visitina  ai siti di Chiara Giovanelli,  nata in quel di Sanremo,  conosciuta soprattutto come Bizzarra, una giovane creatrice di bizzarrie da indossare, come lei stessa si definisce. Ecco un esempio delle sue creazioni:



Ecco i link utili per una vostra visitina:
http://www.bizzarra.it/
http://www.bizzarra.it/bizzarradesign/
https://www.facebook.com/bizzarradesign
http://twitter.com/#!/bizzarradesign

Totem, il progetto dimenticato

Totem sta per TOTal Energy Module, ed è il primo microgeneratore prodotto in Italia. Si tratta di un sistema ecologico e realizzabile anche dal singolo cittadino. Questa la sua descrizione , fatta proprio dall'inventore, l’ingegner Mario Palazzetti:
"Il Totem  utilizza un motore da 903 centimetri cubi alimentato a gas naturale, o a biogas, per far girare un alternatore che sviluppava una potenza elettrica di 15 kW. Quanto basta al fabbisogno medio di una ventina di appartamenti. Contemporaneamente, recuperando il calore dei gas di scarico e quello sviluppato dal motore, eroga 33.500 chilocalorie all’ora, sufficienti a riscaldare tre piccoli alloggi. Utilizzando 105 unità di energia primaria questo piccolo cogeneratore fornisce 100 unità di energia derivata: 28 di elettricità e 72 di calore. Per ottenere gli stessi risultati a una centrale elettrica ne occorrono 84 e a una caldaia a gas 100: in totale 184. Quasi un raddoppio dell’efficienza. O, se preferisci, un dimezzamento dei consumi di fonti fossili (e delle emissioni di CO2) a parità di servizi all’utenza......."
Si tratta quindi di un sistema particolarmente efficiente, ecologico, caratterizzato da rendimenti totali fino al 96%, e che possono essere realizzati senza complesse e dispendiose opere sugli edifici e, se connessi alla rete, potrebbero cedere l’energia elettrica prodotta in eccesso, al gestore.
Ma udite udite, questo progetto non è attuale ma risale addirittura al 1973 quando la Fiat , dopo averne prodotto pochi esemplari lo abbandonò, forse per il costo irrisorio dell'energia dell'epoca o per la  scarsa coscienza ecologica. Si trattava di sfruttare il principio della cogenerazione ovvero la generazione simultanea in un unico processo di energia termica ed elettrica e/o meccanica.
Qui è spiegato bene il concetto con un richiamo anche al Totem stesso.


 Non è che sia il caso di riprendere in mano tutto il progetto?

mercoledì 20 luglio 2011

Primo impianto smaltimento batterie in Italia

Aperto a Como, il primo in Italia, un impianto per lo smaltimento di pile e batterie. Prima bisognava spedire all'estero questi prodotti esausti, principalmente in Francia e in Germania. Il trattamento prevede la separazione delle componenti e quindi lo smaltimento dei rifiuti per le parti che non si possono più utilizzare, e per le altre la re-immissione nel mercato di nuove materie primeS.E.Val. ha sviluppato una tecnologia in grado di riconoscere istantaneamente e di suddividere qualunque tipologia di pila ad una velocità reale di 25 pezzi al secondo (90mila l'ora).
Il nuovo impianto permetterà di trattare 10mila tonnellate di pile all'anno, su una raccolta complessiva che oggi sfiora le 16mila tonnellate
Aperto in località Colico, lo stabilimento della S.E.Val, nato con la collaborazione dell'università "La Sapienza" di Roma e l'università degli Studi dell'Aquila, è stato costantemente monitorato dal Ministero dell'Ambiente.  
A regime permetterà di reimmettere sul mercato, ogni anno, circa 8mila tonnellate di materie prime-seconde. Il ciclo che si svolge senza la necessità di interventi manuali, viene controllato da una serie di processori, evitando antieconomiche interruzioni. 
Questo impianto, primo in Italia, sarà replicato in Basilicata. S.E.Val. ha in programma la realizzazione di un secondo impianto presso la propria società controllata Ri.Plastic di Potenza.

martedì 19 luglio 2011

Stand By Me | Playing For Change | Song Around The World


Stand By Me | Playing For Change | Song Around The World from Concord Music Group on Vimeo.

Photomat, fototessere on line

home page





Provato questo servizio online che  permette di fare fototessere valide per passaporti, patenti e carte d'identità. Il sito è http://photomat.eu/it/. e si presenta così:
Cliccate  quindi su "accendi la cabina fotografica" e vi viene richiesto di caricare una foto dal vostro pc. 

A questo punto vi si presenterà l'immagine caricata che potrete ritagliare a piacimento, scegliendo anche il formato per il salvataggio dell'immagine creata





Cliccate su Continua e...vi appare questa griglia con a fianco le caratteristiche "approvate" per la foto valida ( sopra ). Spuntate sul formato ( foto da 3,5 x 4,5 , cliccate su " continua" e otterrete questo risultato:

Lanciate il download e sul vostro pc verrà salvata questa immagine pronta per essere stampata:


VillasOpic, vacanze in 3D

Su segnalazione dell'amica Cristina, vi consiglio un altro portale vacanze un pò diverso dal solito. Basato su Google Maps  permette di cercare e trovare la  destinazione preferita "vedendola" da subito in 3D. Anche questo sito mette in contatto i proprietari che vogliono affittare con gli utenti finali, e senza passare tra intermediari. Presente quindi sia la sezione per i proprietari che quella per gli affittuari. Ci sono dei filtri per poter meglio restringere il campo di ricerca e una volta individuata la meta delle vostre  vacanze vi si apre una pagina divisa in due: da una parte la visualizzazione in 3D della zona interessata,e dall'altra uno specchietto con le informazioni riguardanti l'alloggio.
Ecco un esempio:

E le informazioni a fianco sono molto particolareggiate,  descrivono l'appartamento,  l'attrezzatura, il sito e con una ricca serie di  foto  permettono da subito di rendersi conto di cosa si va ad affittare, dando nel contempo gli estremi per contattare il proprietario stesso. .  La Villascopic promette un controllo sugli annunci esposti ed una costante presenza di qualità. L'organizzazione è presente in tutta Europa. Sicuramente da consultare in caso di ferie.

lunedì 18 luglio 2011

Greenpeace contro le multinazionali

Secondo Greenpeace le grandi multinazionali, con la produzione spostata in Cina, stanno producendo una  emissione di sostanze nocive nei grandi fiumi cinesi. In questi corsi d'acqua, e si parla di Fiume Azzurro e Fiume delle Perle , l'organizzazione ha riscontrato una grande presenza di sostanze tossiche rilasciate con la produzione del tessile in principal modo.
Sotto accusa sono le multinazionali Adidas, Nike, Puma, Lacost e altre, che non si preoccupano della sostenibilità ambientale; riscontrata la presenza di metalli pesanti come cromo, rame e nichel e composti organici volatili quali il dicloroetano, il tricloroetano (cloroformio) e il tetraclorometano.
Questo lo spot di Greenpeace nella campagna contro queste multinazionali:




Videocamere GoPro, sport estremi

Oggi ho visto un filmato girato in occasione della manifestazione che si svolge a Chioggia. La manifestazione è King of  Diga e un amico, quasi professionista nel campo foto/video mi ha mostrato quello che  era riuscito a fare    fissando una videocamera ad un casco motociclistico.
Sono rimasto esterefatto dalla qualità video , dalle mese a fuoco e dalla perfezione delle immagini, molto fluide e dinamiche, naturalmente in HD.
Aveva usato un prodotto che gli appassionati di sport estremi sicuramente conoscono, e che avevo già visto in azione durante una discesa in snow, sempre fissato al casco.  Si tratta della  GoPro,   la videocamera digitale ad alta definizione per registrare e condividere le  perfomances sportive.   
Al costo di poco superiore ai 300 euro si ha in mano, o sul casco,  un prodotto sofisticassimo in grado di effettuare riprese spettacolari. Ci sono diversi modelli a disposizione, a seconda della definizione, e opzionale si può acquistare un monitorino da applicare  sulla stessa per rivedere le riprese effettuate.
Qui le performance del modello HD, e qui le caratteristiche del monitor opzionale. La casa produttrice ha  anche in listino tutta una serie di  accessori per poter usare il prodotto nei vari sport estremi e non. Sul portale Vimeo c'è proprio una sezione dedicata a questi video. Ecco un esempio di cosa si può fare...





domenica 17 luglio 2011

Balkan Bazar, film italo albanese

"Julie ha 40 anni, è francese e dopo il divorzio dal marito italiano decide di tornare a vivere in Francia. Vuole portare a casa anche le spoglie di suo padre, un ex ufficiale morto e seppellito in Italia. Ma la bara non c’è più. Per sbaglio è stata spedita in Albania."
Con questa trama inizia il film " Balkan Bazar", diretto dal regista italo-albanese Edmond Budina. Una storia semplice che racconta uno strano e inquietante legame tra Chiesa (ortodossa) e politica, con un giornalismo d'inchiesta che nuota nel fango con disinibita nonchalance. Una storia incredibile (e romanzata), ma vera. Una storia amara e un film d'accusa, grottesco, ironico e sicuramente contro l'ipocrisia.
Ma quello che più colpisce è la storia di questo regista, uno dei primi profughi ad arrivare in Italia vent'anni fa, essendo genero di un'italiana, ed abbandonato al suo destino dalla burocrazia dell'epoca. E lui, regista, attore che già a Tirana lavorava in tv, nonchè uno di  fondatori del Partito Democratico Albanese in Italia si è arrangiato. Da 20 anni fa il tornitore in una fabbrica di Bassano, ma , anche se ormai prossimo alla pensione, ormai quasi sessantenne,  non ha mai abbandonato la sua passione. E ora dopo l'uscita a Tirana di questo film, che lì ha battuto anche Avatar,  il suo lavoro è uscito anche in Italia. Poca cosa per cambiar vita, ma tanto per alimentare la sua arte.  

sabato 16 luglio 2011

Il grill a energia solare

Girando nel mondo web a indirizzo ecologico mi sono imbattuto in un articolo che parlava di un barbecue ecologico, in quanto non ha bisogno nè di energia elettrica, nè di gas, nè di brace. Gli basta solo un'esposizione alla luce solare. E' un progetto italiano brevettato dalla ditta Biogrì e basta orientarlo   tramite un doppio dispositivo di rotazione, grazie ad un mirino centratore che permette di ottenere un perfetto allineamento con la luce solare creando quindi i presupposti per la cottura. Non ci sono differenze sostanziali tra le stagioni di "uso", l'importante è che la giornata sia limpida e preferibilmente che sia usato nelle ore centrali.
può raggiungere una temperatura massima di 230°-240° , quindi più che sufficiente e  i cibi iniziano a scaldarsi immediatamente dal momento dell'esposizione alla luce del sole. Non servono nè una presenza costante nè un controllo continuo della cottura, visto che non c’è una fiamma e, di conseguenza, non c’è pericolo di bruciature.
Le dimensioni sono abbastanza contenute e facilitano sia il trasporto che l'usabilità in campeggi o luoghi all'ari aperta. Ecco un video dimostrativo:



Consorzio Remedia, aiuto a riciclare

Home page
Lo scopo è chiaro: “aiutare i cittadini a scoprire qual è il giusto percorso per dare “valore” ai rifiuti .
Su Remediapervoi.it si dovrebbero trovare le risposte a tutte le domande sul mondo dei rifiuti tecnologici, e non,  – dal “cosa sono” al “perché riciclare”, con un guizzo in più costituito da alcune sezioni interattive.
La Mini Guida Raee realizzata da ReMedia e Legambiente, mette a disposizione dei consumatori una guida in PDF, con tutti i consigli per un corretto riciclo. 
http://www.remediapervoi.it/