martedì 29 novembre 2011

Stop al fotoritocco

esempio di algoritmo usato
Un nuovo programma permette di stabilire in modo univoco e obiettivo l'entità del ritocco di una fotografia digitale rendendo così possibile indicare il livello di alterazione subita dalle immagini pubblicitarie. 
 Si basa su un modello matematico e permette di scoprire se una fotografia pubblicata è stata ritoccata o meno al computer: è la tecnica messa a punto da due ricercatori americani del Dartmouth College, Eric Kee and Hany Farid, e viene incontro a continue segnalazioni con cui le associazioni mediche di tutto il mondo hanno chiesto interventi per scoraggiare le alterazioni fotografiche che promuovono aspettative irrealistiche dell'immagine corporea. 
Infatti secondo i ricercatori la pratica diffusa e controversa del ritocco fotografico contribuisce a irrealistiche aspettative relative all'immagine del corpo, con conseguenze per la salute, come disturbi alimentari e insoddisfazioni. A questo scopo Eric Kee e Hany Farid hanno raccolto più di 450 foto originali e ritoccate pubblicate on line e hanno sviluppato un modello matematico per estrarre dalle immagini otto parametri statistici relativi alle loro caratteristiche geometriche e fotometriche.

esempi di fotoritocco
 Sulla base di questi parametri i due ricercatori hanno poi definito una "metrica" che produce una specifica misura del livello di ritocco a cui è stata sottoposta una fotografia. Gli autori propongono in particolare un sistema di classificazione che tenga conto delle pratiche comuni come il ritaglio e la regolazione del colore, fornendo la valutazione di altri tipi di alterazione che possono cambiare drasticamente l'aspetto di una persona: si considerano geometriche le alterazioni come il dimagrimento delle gambe, la regolazione della simmetria del viso, la correzione della postura, mentre sono fotometriche manipolazioni come la rimozione delle rughe, delle borse sotto gli occhi e delle imperfezioni della pelle. Questo l'articolo originale in cui propongono lo studio al PNAS., un'importante rivista scientifica, stampata per la prima volta nel 1915, che raccoglie articoli molto citati nella comunità scientifica.

Nessun commento: