lunedì 26 dicembre 2011

Firmata la convenzione tra Comune e Carive a favore dei lavoratori cassaintegrati

In questo periodo di crisi del mondo del lavoro e di paventata recessione economica una buona iniziativa a favore dei lavoratori più deboli. Interesserà circa 500 lavoratori residenti e dipendenti di aziende ubicate nel territorio comunale la convenzione firmata oggi a Ca' Farsetti tra il Comune e la Cassa di Risparmio di Venezia, relativa al progetto "Anticipazione sociale", che prevede appunto l'anticipazione dei trattamenti economici di integrazione salariale in favore dei lavoratori posti in Cassa integrazione Guadagni Straordinaria. L'accordo, firmato dal Direttore degli Affari istituzionali del Comune, Luigi Bassetto, e dal Direttore generale della Cassa di Risparmio di Venezia, Franco Gallia, alla presenza del vicesindaco e assessore alle Politiche sociali, Sandro Simionato, e del delegato del sindaco alle Politiche del lavoro, Sebastiano Bonzio, consentirà ai lavoratori in Cassa integrazione di vedersi riconosciuta la cifra che spetta loro, senza dover aspettare i tempi tecnici dell'Inps. "Si tratta di un nuovo strumento di ammortizzazione sociale - ha spiegato il delegato del sindaco Bonzio - per affrontare l'emergenza occupazionale, ormai quotidiana. La Cassa di Risparmio di Venezia concede un credito ai lavoratori in attesa che l'Inps eroghi l'integrazione salariale. Da parte sua, il Comune provvede invece a coprire la parte di interessi bancari, concordati al quattro per cento. L'impegno economico è rispettivamente di 26mila euro, per il Comune e di un milione di euro per la Cassa di Risparmio di Venezia." Il vicesindaco Simionato ha ringraziato l'istituto di credito veneziano, che si è dimostrato sensibile alle difficoltà attuali che interessano gli enti locali, i lavoratori e, in generale, tutto il nostro territorio.
Questa iniziativa è a cura del Servizio problemi del lavoro del Comune di Venezia. Qui un link utile dal portale del Comune di Venezia

Nessun commento: