venerdì 16 dicembre 2011

I don't like

Interessante questo articolo sul "Mi piace" di Facebook pubblicato nel portale trackback.it.


 "Vi siete mai chiesti perchè su Facebook esista il pulsante “Mi piace” mentre non ci sia il “Non mi piace“? Date le numerose richieste degli utenti di implementare nel social network anche il pulsante “Don’t like“, alcuni esperti hanno provato a dare una spiegazione all’assenza del pulsante. Molte persone vorrebbero avere il diritto di esprimere il proprio dissenso o la propria opinione contraria riguardo a post, notizie, aggiornamenti di stato, foto, video e tanto altro, ciò però non è possibile e la ragione sta nelle teorie delle dinamiche sociali. Secondo degli studi sulla teoria sociale, è molto più facile mantenere un equilibrio all’interno di una comunità se in questa si instaurano relazioni basate sul “conformismo”. Per non creare discussioni e andare contro le opinioni dominanti della comunità, gli utenti dei social network preferirebbero essere più buoni ed evitare di esprimere pareri che possano sfociare in disaccordi. Chi esprime opinioni contrastanti con la massa finisce per essere emarginato, un esempio lampante di questa dinamica sono i cosiddetti troll. Su un sito come Facebook classificato come un social network, lo scopo è tessere relazioni sociali e trovare sempre più amici da aggiungere alla propria lista. Creare discussioni e litigi andrebbe quindi contro gli interessi degli utenti stessi. Per mantenere Facebook un ambiente tranquillo ed equilibrato, il tasto “Non mi piace” non è stato quindi integrato. Probabilmente Mark Zuckerberg non è neanche a conoscenza di questi studi di teoria sociale, però sta di fatto che i risultati di una recente ricerca hanno dimostrato come in un social network basato sulle relazioni sociali si stia meglio senza il pulsante volto ad esprimere il dissenso. In altri siti come YouTube esiste un equivalente del pulsante “Non mi piace”, ma servizio di video-sharing di Google si basa su altri tipi di relazione rispetto a Facebook. Non è detto che Facebook non attiverà mai il pulsante “I don’t like“, ma al momento sembra proprio non essere tra le priorità degli sviluppatori che invece si stanno concentrando su funzioni come la nuova timeline o il pulsante Subscribe in stile Twitter."


 Niente da dire sulle dinamiche del social, certo che così si va incontro ad una ipocrisia di fondo, ma tant'è,  FB è già un social tutto fumo e poco arrosto, solo condivisioni, like, ma ben poca sostanza. In altri social, anche italiani, c'è si, anche il cazzeggio, ma c'è pure la possibilità di far un discorso più serio, con tanto di scontri verbali e non, sulle più svariate tematiche che possono andare dalla religione alla politica passando per l'attualità.
 Vedi Meemi.com.

5 commenti:

Sandra ha detto...

A costo di risultare "una voce fuori dal coro" o una "mosca bianca", io - per scelta - non ho mai voluto iscrivermi in FACEBOOK. Non mi piace come social network e soprattutto non mi piace l'uso che la maggior parte di utenti (medi) ne fa. (ops! tanto per restare in tema con il post, ho espresso già 2 "NON MI PIACE"!!!)
Trovo molto più interessanti altri tipi di social network, più "intelligenti" e costruttivi come ad es. ANOBII che permette di condividere letture, pareri su libri e scrittori ed ampliare con nuove scoperte l'amore per la lettura.

stefitiz ha detto...

anobii è un'altra cosa, è su un altro pianeta. Ci sono anche lì...

Unknown ha detto...

Il tasto "mi piace" lo si utilizza anche per far notare che si è visto, che si è letto...
poi c'è la possibilità di dissentire con un commento...perchè limitarsi ad un bottone "non mi piace"?
sereno divenire Tiziano..
un sorriso..
dandelìon

Cavaliere oscuro del web ha detto...

Non sarebbe male un tasto "non mi piace".
Saluti a presto.

Anonimo ha detto...

I сoulԁ nοt rеѕist cοmmenting.
Perfеctly wrіtten!

Feel free tо suгf to my pаge .
.. V2 Cigs reviews
my webpage :: V2 Cigs Review