martedì 10 aprile 2012

Nuovo film di Clint Eastwood, ispirato a Kurt Cobain.

«A Star is Born» (È nata una stella), il prossimo film di Clint Eastwood, ha davvero a che fare con Kurt Cobain. L'ha rivelato a CraveOnLine, al junket di The Lucky One, lo sceneggiatore Will Fetters, spiegando come abbia «reinventato il personaggio di Norman Maine: ho voluto fare "A Star is Born" perché sono un grande fan di Kurt Cobain. La sua fine è stata per me adolescente come l'assassinio di Kennedy. Così ho approcciato il film come se Cobain non avesse mai registrato Unplugged. Mi sono avvicinato ad A Star Is Born ispirandomi alla sua figura, immaginandolo vivo vent’anni dopo l’esperienza dei Nirvana, mentre è intento a realizzare un nuovo album portandosi dietro il mito dell’icona grunge. Cosa sarebbe successo se Kurt Cobain non avesse registrato l’Unplugged, fosse sopravvissuto e oggi, a vent’anni di distanza, avesse voluto realizzare quell’album con tutte le difficoltà che ne conseguono? I suoi giorni di gloria sono finiti quindi sarebbe riuscito a farlo comunque? L’intero film deve essere basato sull’equilibrio fra arte e commercio che è quello con cui ti trovi ad avere a che fare appena metti piede nello show business. Cosa farebbe un Kurt Cobain di 50 anni oggi? Esisterebbe ancora? ».
La Warner Bros, per il ruolo di protagonista, starebbe pensando a Tom Cruise: affiancherebbe la già annunciata Beyoncè.
La versione di Eastwood è la quarta ad arrivare sugli schermi: William A. Wellman diresse nel '37 l'originale con Janet Gaynor e Fredric March; quello di George Cukor del '54, con Judy Garland e James Mason, è probabilmente il più conosciuto, mentre nel 1976 Frank Pierson firmò una versione aggiornata interpretata da Barbra Streisand e Kris Kristofferson. 
 Le riprese di “A Star Is Born”, con ogni probabilità inizieranno poco prima della prossima estate e si prevede un’uscita nelle sale americane per l’autunno del 2013.

Nessun commento: