giovedì 31 maggio 2012

Al «Graspo de Ua» il cliente decide il conto



Mangia e giudica. Al «Graspo de ua» di Rialto prima di aprire il portafogli o di strisciare la carta di credito a fine pasto tocca al cliente fare il conto. Il menu è bianco, il prezzo viene deciso a tavola. L’idea è di Alessandro Mazzetto, 40 anni originario di Stra, la famiglia di tradizione calzaturiera, una passione per il ciclismo, che a febbraio ha rilevato uno dei locali storici della tradizione veneziana. Da oggi 31 maggio parte il menu più rischioso che sia mai stato ideato da un ristoratore. Dalle sarde in saor, alle capesante alla liquirizia (alla Besanzon, in onore del maître), l’orata al profumo di tartufo, la cornucopia di branzino, al pane fatto in casa, al filetto al mirto per chi invece predilige la carne anche nel cuore della laguna; chi si siede a tavola decide quanto pagare.
 «Ci mettiamo in gioco - dice Mazzetto -, il "Graspo" aveva conquistato la forchetta d’oro per i risotti. Oggi i tempi sono cambiati, ci muoviamo in un mercato molto competitivo. Dovevamo aprire una nuova strada e lo facciamo in tutta trasparenza: se troviamo materia prima che merita sui banchi di Rialto trovi la fritturina, altrimenti no». La mini brigata di cucina ha un’età media di 24 anni, mentre Mazzetto lavora a Venezia da 13 anni con due hotel innovativi come la Casa Martini e Al Canal Regio. «È rischioso, ma confidiamo nel giudizio onesto del cliente. Tra quattro o cinque mesi il nostro menù sarà quello che sarà stato premiato dal cliente», dice il nuovo patron del «Graspo» convinto che serva una bella dose di ottimismo. Dallo scartosso con la fritturina all’area lounge, al finger food per l’aperitivo nell’area lounge con wi-fi, al risotto: il «Graspo» si mette in gioco per rinnovare la sua impegnativa tradizione con lo spirito di chi sa che chi indossa una scarpa che calza perfettamente paga contento.
Al Graspo de Ua Restaurant Lounge è un ristorante storico situato nel cuore di Venezia, a pochi passi dal ponte di Rialto e da San Marco. In attività da oltre 100 anni, è un locale accogliente e raffinato. Fortemente legato alla sua storia e alla tradizione del luogo, riporta con orgoglio nelle travature del soffitto alcuni detti dialettali sull’arte della tavola e del vivere comune. La disposizione degli ambienti permette di ospitare serate intime e raccolte così come eventi importanti quali matrimoni e ricorrenze. A disposizione anche una salle privè. (corriere.it)

La storia di Zuckerberg in un musical di 3 minuti



Il collettivo Cdza, già noto sul web grazie ai video virali in cui mescolano ilarità e musica, ha realizzato un video in cui racconta la storia di Mark Zuckerberg e della sua creatura 'Facebook' sottoforma di musical di tre minuti: dal 2004, quando lasciò Harvard, all'invenzione del social network fino ad arrivare alla quotazione in Borsa.

mercoledì 30 maggio 2012

Lana del Rey - Blue Jeans

Google Nexus Tablet

Manca poco al debutto di Google Nexus Tablet; probabilmente è il tablet più atteso di sempre, perché sarà il primo Google Experience. Il debutto nei negozi è previsto per luglio. Mountain View non ha però ancora confermato la notizia in via ufficiale. In realtà, il tablet sarebbe dovuto giungere sul mercato già ai primi di maggio ma, secondo quanto trapelato nel frattempo, Google avrebbe optato per un'uscita posticipata a causa di due fattori: un design non troppo soddisfacente e un costo troppo alto. Avrebbe pertanto deciso di modificare leggermente la propria tavoletta, includendo alcuni cambiamenti considerati comunque di minore importanza che, si dice, abbiano permesso di modificare in parte la linea e di abbassarne il prezzo al pubblico. Il Google Nexus Tablet è stato sviluppato con la collaborazione di Asus e dovrebbe vantare un display da 7 pollici e un processore quad core Nvidia Tegra 3. A quanto pare, sarà distribuito in versione solo WiFi e il gigante di Mountain View dovrebbe permettere di acquistarlo a circa 199 dollari. In questo modo, andrebbe competere direttamente con l'altro tablet Android economico, ovvero il Kindle Fire di Amazon, che ha riscontrato un certo successo sul mercato anche e soprattutto per via del prezzo estremamente competitivo, unito a qualità di indubbio spessore. Diventa possibile a questo punto che il gruppo decida di togliere i veli al Nexus tablet in occasione della conferenza annuale Google I/O, che si svolgerà a partire dal 27 giugno. Si stima che, una volta immesso sul mercato, Google potrebbe venderne circa 2,5 milioni di unità nel giro di un anno.

martedì 29 maggio 2012

Checco Zalone contro le tasse



Checco Zalone non poteva farsi sfuggire l’occasione. Con l’estate alle porte e la crisi che continua ad angosciare, il comico barese interpreta l’attualità a modo suo con “La cacada”. È stato lo stesso Luca Medici a postare il link della sua ultima canzone sulla sua pagina Facebook, creando una breve suspense e accogliendo poi una valanga di “Mi piace”: quasi 2.500 in poco più di mezz’ora, segno che il brano si candida a diventare un tormentone. Checco Zalone prende in prestito ritmi latino-americani e canta – a modo suo, con immancabili scivolate trash – di erario e tasse da pagare, austerity e disoccupazione

Storie dell'assemblea regionale siciliana



Bellissimo e molto significativo post di Onofrio Dispenza dal portale Globalist.it:

 "La politica? Roba vecchia da rottamare. Raccontatelo al signor Gioacchino da Marsala e avrà buone ragioni per contraddirvi e replicare che la politica fa miracoli. Almeno a lui, che avendo racimolato 35 voti (sì, tre decine più cinque) alle elezioni regionali del 2008 si ritrova a poter entrare come parlamentare all'Assemblea Regionale Siciliana. E' vero, la legislatura del Parlamento siciliano è agli sgoccioli dopo l'annuncio delle dimissioni del presidente Lombardo, ma fino ad ottobre, mese nel quale in Sicilia si tornerà a votare, il signor Gioacchino Barraco potrà sostare nello splendido Palazzo dei Normanni con il tesserino di parlamentare e il diritto a 13mila euro al mese. Non male, visto che il miracolo nasce da un piccolo favore personale chiesto da una amica. Ricostruiamo i fatti. E' il 2008, si presentano le liste per le elezioni regionali. In casa Udc c'è una lotta durissima tra Giulia Adamo e Tonino D'Alì, che all'ultimo momento utile alla presentazione della lista opera uno sgambetto all'amica di partito facendole mancare parecchi nomi col rischio di non poter presentare la lista. Messa alle strette, Giulia Adamo, per completare la lista chiede la disponibilità della cerchia di amici. Tra questi c'è Gioacchino Barraco, che non sa dire di no e si ritrova in lista al posto dei candidati sottratti da Dalì alla compagna di partito. Gioacchino Barraco ottiene così 35 voti, ma non se la prende perché in lista c'era entrato "per fare una cortesia all'amica Giulia". Tutto finisce lì, fino a lunedì scorso quando Giulia Adamo vince il ballottaggio e diventa sindaco di Marsala, carica che non le consente di continuare il mandato a Sala d'Ercole, l'aula del Parlamento siciliano. La legge guarda alle spalle di Giulia Adamo per trovare il sostituto. Ma, chi aveva ottenuto 6mila e 600 voti è passato al Fli; chi aveva ottenuto 4 mila voti ora è con il Grande Sud di Gianfranco Miccichè; e un altro candidato arrivato alle loro spalle e prima di Barraco non è più tra noi. Cambi di casacca di tanti e la dipartita di uno, spianano, dunque, la strada al nostro. E' così che si arriva al signor Gioacchino Barraco che con i suoi 35 voti eredità la poltrona dell'amica Adamo. E dire che, un anno prima delle regionali, nel 2007, Gioacchino Barraco non era riuscito ad entrare in consiglio comunale, per Forza Italia, pur raccogliendo 269 voti. Nel 2007, 269 voti non buoni, oggi, seppure come ruota di scorta, ok con 37 voti. Questa è la vita, questi i miracoli della tanto vituperata politica che per molti rischia la cantina. E' così che, a giorni, Gioacchino Barraco entrerà all'Assemblea Regionale Siciliana e fino ad ottobre nessuno potrà negargli poltrona e 13mila euro al mese. Nel curriculum che presenterà agli uffici del Parlamento regionale ci sarà scritto di un suo passato come consigliere d'amministrazione della casa di riposo pubblica "Giovanni XXIII°" di Marsala."

lunedì 28 maggio 2012

Sony Outlet

La Sony, attraverso il proprio portale, propone un interessante tipo di store dedicato all'outlet. In pratica mette in vendita online prodotti rigenerati, coperti da garanzia ufficiale Sony di due anni con sconti che raggiungono anche il 50 %. Essendo iscritto ala newsletter, vengo avvisato via mail delle varie offerte. Vale la pena di darci un'occhiata. Ecco un esempio delle mail:




La Chevrolet per SOS Villaggi dei Bambini


Attraverso due siti Internet, la Chevrolet raccoglie fondi per aiutare i bambini più sfortunati e sostenere famiglie in difficoltà. La Chevrolet consolida la sua collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini, organizzazione internazionale impegnata nell’accoglienza di bambini privi di cure familiari e nel sostegno a persone in difficoltà: ora lancia la raccolta fondi “Dona e vinci Chevrolet Volt Experience” attraverso i siti di Chevrolet e sositalia.it. Dal 23 maggio al 30 settembre, effettuando una donazione (basta un minimo di tre euro), si può vincere una settimana con la Volt (qui il primo contatto), un’auto elettrica ad autonomia estesa. L’utilizzo di energie rinnovabili consentirà di ridurre i costi di gestione dei villaggi, e di reinvestire i risparmi accogliendo un maggior numero di bambini. La collaborazione fra il costruttore del gruppo GM e SOS Villaggi dei Bambini è iniziata nel 2011 con la donazione di 100 auto del cravattino, e coinvolgendo i piccoli ospitati nei villaggi SOS italiani nelle iniziative sponsorizzate dal costruttore. La Chevrolet sosterrà il Villaggio SOS di Saronno: i concessionari della rete ufficiale, intanto, hanno già donato 20.000 euro. (alvolante.it)

domenica 27 maggio 2012

Siate sinceri

Siate sinceri: a voi non è mai passato per il capo di volervi veder vivere. Attendete a vivere per voi, e fate bene, senza darvi pensiero di ciò che intanto possiate essere per gli altri; non già perché dell’altrui giudizio non v’importi nulla, ché anzi ve ne importa moltissimo; ma perché siete nella beata illusione che gli altri, da fuori, vi debbano rappresentare in sé come voi a voi stessi vi rappresentate. 

 Luigi Pirandello, Uno, nessuno e centomila

Nokia Lumia 900, da fine maggio è disponibile in Italia

Nokia ha annunciato che l’atteso Nokia Lumia 900, sarà in vendita in Italia a partire dall’ultima settimana di maggio, nei colori bianco, azzurro-ciano e nero. Il Nokia Lumia 900, che permette una connessione dati ad alta velocità (42Mbit in download), ha un display da 4.3 pollici ClearBlack AMOLED in grado di offrire un’esperienza touch e di visualizzazione superiori. Inoltre la batteria Nokia di più lunga duratalo rende lo smartphone ideale per usufruire delle funzionalità media e di intrattenimento in movimento. La fotocamera del Nokia Lumia 900 dispone di ottica esclusiva Carl Zeiss, un’apertura ampia per una performance migliore in condizioni di bassa illuminazione e di un’ampia lunghezza focale del grandangolo che consente di scattare fotografie in formato panoramico 16:9 . Si tratta, infine, del primo dispositivo Lumia dotato di una fotocamera frontale, con ampia apertura e lenti wide-angle per immagini definite e vivaci e per le videochiamate. Disponibile con Nokia Maps, Nokia Drive, Nokia Transport, Nokia Music e Nokia Reading, Nokia Lumia 900 permette di scegliere tra migliaia di app nel Windows Phone Marketplace per un’ulteriore personalizzazione dell’esperienza utente.
In vendita al prezzo di 599 euro IVA inclusa, nei colori bianco, azzurro-ciano e nero.
Qui la scheda tecnica.

sabato 26 maggio 2012

Apertura domenicale per il Museo Piaggio di Pontedera

Il Museo Piaggio resterà aperto nella seconda domenica di ogni mese per contribuire, insieme alla apertura degli esercizi commerciali di Pontedera, alla offerta turistica del territorio. Aperte anche le sale dell’Archivio Storico Piaggio – uno dei più ricchi completi d’Italia – e il Vespa Shop che, ricco di abbigliamento e memorabilia legati al mito dello scooter più diffuso e famoso al mondo, è meta ogni anno di migliaia appassionati.Aperto nel 2000 e gestito dalla Fondazione Piaggio – Onlus partecipata dalla Piaggio & C. S.p.A., dal Comune di Pontedera e dalla Provincia di Pisa – il Museo Storico Piaggio ha registrato lo scorso anno oltre 36.000 visitatori provenienti da ogni parte del mondo mentre l’archivio Storico è stato consultato da centinaia di studiosi, giornalisti e studenti italiani e stranieri.
 La Fondazione Piaggio organizza inoltre un ricco programma di mostre, convegni, congressi ed eventi su argomenti scientifici e culturali e propone programmi didattici che hanno visto nei primi quattro mesi dell’anno in corso la partecipazione di oltre 600 alunni delle scuole di ogni ordine e grado. Il Museo Piaggio è uno dei pochissimi musei Italiani che offrono ai visitatori accesso gratuito, sia alle collezioni permanenti sia a quelle temporanee. Il programma di aperture domenicali, e gli oneri conseguenti, saranno resi sostenibili dalla struttura della Fondazione Piaggio, grazie al supporto operativo garantito dalla Piaggio & C. S.p.A. e dal Comune di Pontedera.
Nei suoi spazi espositivi sono visibili i risultati della genialità dei progettisti Giovanni Casiraghi, Luigi Pegna, Corradino D'Ascanio e con essi delle generazioni di uomini e donne che hanno trasformato e costruito la società civile e segnato la crescita di un territorio. Oltre un secolo di eccellenza nella creatività, nella competenza tecnologica, nell'esaltazione della capacità imprenditoriale. Il Museo Piaggio ospita in Esposizione Permanente le collezioni Piaggio, Vespa e Gilera. Pezzi unici, originali, affascinanti, a volte curiosi, che hanno fatto la storia dei trasporti italiana e mondiale: dalle Vespa più belle o rare che hanno ispirato i grandi artisti, come Salvador Dalì, a quelle "carenate" per battere i record di velocità e regolarità degli anni cinquanta, allo straordinario treno in acciaio inossidabile, espressione della tecnologia raggiunta da Piaggio negli anni Trenta prima dell'invenzione della Vespa, per arrivare ai mitici Ciao e Ape, nelle elaborazioni più creative. Oltre alla Vespa e agli altri prodotti Piaggio, al Museo sono esposte le più belle e prestigiose motociclette della casa dei due anelli, la Gilera. Dal primo modello del 1909 ad oggi passando per quei modelli degli anni Cinquanta, come la Saturno o la Gilera 500 che hanno fatto sognare una generazione di appassionati sportivi. Il Museo Piaggio ha ricevuto il riconoscimento come miglior Museo e Archivio d'Impresa in Italia nella edizione 2003 del prestigioso Premio Impresa e Cultura.
http://www.arte.rai.it/articoli/il-museo-piaggio/1833/default.aspx

Micro NIKKOR 40 mm f/2.8G

Mi son fatto un regalino, era da un pò di tempo che l'avevo adocchiato ed ora l'ho acquistato. L'obiettivo AF-S DX Micro NIKKOR 40 mm f/2.8G,... "macro in formato DX da 40 mm standard, ideale per le distanze incredibilmente ridotte, offre un'apertura massima pari a f/2.8 e un rapporto di riproduzione di 1:1. Progettato per catturare dettagli molto precisi, questo obiettivo eccezionalmente facile da utilizzare garantisce sia primi piani eccezionali che riprese generali e ritratti incredibili."... (recita il sito Nikon/Nital). Volevo cimentarmi con un pò di macro, e viste le buone recensioni online di questo nuovo prodotto, approfittando anche di un piccolo sconto che avevo nel negozio, ho colpito al volo. Devo ancora impratichirmi e sperimentare, ci vuole anche tempo, ma qualcosa comincio a vedere.






venerdì 25 maggio 2012

Grow the planet, social "ortolano"

Quanto deve essere largo un vaso per permettere a una cipolla di crescere sana? Quanta acqua serve al basilico per sopravvivere d’estate sul balcone? Come si fa a creare un orto in città se non si ha nemmeno il terrazzo? E dove possiamo trovare tutte queste informazioni?
home page
 Grow the Planet, una community dedicata appunto alla coltivazione e alla sostenibilità ambientale, può aiutarti a rispondere a questi quesiti. Attraverso Grow the planet, infatti, quello che si tenta di fare è di dare consigli utili per coltivare l’orto nel migliore dei modi possibili, usufruendo della saggezza delle folle e degli esperti che vivono anche fisicamente lontani ma che non per questo non possono fornirci preziosi e intelligenti spunti. Grazie a questo nuovo strumento on-line sarà infatti possibile tenere traccia dell’evoluzione del proprio orto, dei suoi cambiamenti e della sua crescita, oltre ad avere notifica dei cambiamenti meteo e dello stato delle verdure. Lo scopo è anche didattico e istruttivo, dato che le scuole possono partecipare nell’apposita sezione “Orto in condotta” e iscrivere nel social network il proprio orto scolastico, monitorando i frutti e scambiando suggerimenti con altri gruppi simili. 
Dopo l’iscrizione, gratuita, al servizio ci viene chiesto di indicare dove abitiamo, o meglio, dove abbiamo il nostro orto. Il network di Grow the Planet infatti è geolocalizzato, cioè ci mostra solo le persone entro 30 Km da casa nostra, in modo da creare una rete non solo virtuale, ma anche reale, tramite cui scambiarsi attrezzi da lavoro, semi e verdure, ma anche consigli, guide e informazioni. C’è anche la possibilità di creare un “Diario di coltivazione” del proprio orto, con cui il nostro orto virtuale ci consiglia quante piante di un certo tipo seminare in un unico vaso e ci suggerisce come curare le nostre piante giorno per giorno. 
Nella piattaforma si possono consultare articoli, libri ed esperti e organizzare incontri per scambiarsi prodotti, sementi, visite e assaggi. Grow the Planet mette a disposizione degli utenti strumenti di apprendimento, gestione e interazione che li accompagnano dalla semina alla raccolta; uno spazio dove condividere idee, conoscenze e trovare consigli su come far crescere gli ortaggi nel giardino o nel balcone di casa. 
Grow the planet, partito da poco e finalista a San Francisco all’ultima edizione del concorso per startup TechCrunch Disrupt, è già frequentato da più di cinquemila iscritti. In Italia effettivamente sono stati censiti più di 10 milioni di orti, numero che sale a 18 se si sommano le piccole coltivazioni, in balcone così come negli orti urbani. Secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Istat, quello dell’orto urbano è un hobby che coinvolge il 37% degli italiani, allo stesso modo maschi e femmine, e che piace ai giovani - è praticato da più di uno su quattro tra chi ha tra i 25 e i 34 anni - anche se l'interesse aumenta con l'età e raggiunge quasi la metà degli over 65.

Monferraglia 2012, sfilano i Ciao e i Sì motoraduno-scampagnata per appassionati




È divertente, un po' surreale. È la «Monferraglia». A Casale Monferrato, due volte l’anno -questa è la terza edizione- arrivano in centinaia e creano un «paddock», come quelli delle corse vere dove mangiano, bevono, taroccano, sbullonano, sgasano e fanno resuscitare i loro cinquantini. Una gara? Troppo ufficiale. Una parata? Troppo istituzionale. Diciamo un ritrovo di giovani ed ex giovani che non hanno mai dimenticato i loro mitici Garelloni, i Ciao, i Sì, ma in fondo tutti quei fedeli carcassoni che sono stati croce e delizia di quei (fortunati) giovani degli anni '80 e primi anni '90. Un occasione per divertirsi e divertire.

giovedì 24 maggio 2012

Oximizer 900, il nuovo caricabatteria-tester multifunzione

In esclusiva per l’Italia, Bergamaschi Spa, distribuisce i prodotti Oxford tra cui i famosi ed apprezzati caricabatteria. Ultimo nato di questa linea di prodotto è l’OXIMISER 900. Si tratta di un caricabatterie e mantenitore di carica, molto compatto e pratico, adatto sia per il normale utilizzo nel garage di casa che da portare in vacanza per non rimanere mai a “secco” di energia.
 Il caricabatteria-tester multifunzione ha un display, illuminabile tramite un comodo bottone, semplice e di facile lettura in cui appaiono tutti i dati sullo stato di ricarica della batteria; tre comode spie luminose facilitano la lettura indicando lo stato della connessione. L’OXIMISER 900 è utilizzabile con ogni tipologia di batteria a 12V 1,2-30A sia essa tradizionale, al Gel o MF. La confezione include un ricco kit di accessori tra cui un comodo supporto a muro, tutti i cavi di collegamento sia per la connessione permanente che con pinze. (megamodo.com)

'Minority Report' non è più fantascienza con Leap 3D

Tra pochi giorni Kinect di Microsoft compie tre anni: ai tempi molti lo definirono una rivoluzione, ma ormai lo consideriamo quasi 'normale'. Il prossimo 'salto evolutivo' delle tecnologie di motion capture (riconoscimento dei gesti) potrebbe essere legata a prodotti come Leap 3D, piccolo dispositivo sviluppato dalla startup americana Leap Motion, il quale promette di portare ai massimi livelli l'interazione "tra l'uomo e le macchine". Se almeno una volta avete sognato di sfruttare il vostro PC in pieno stile Minority Report, il film di Steven Spielberg uscito nelle sale italiane ormai 10 anni fa, Leap 3D potrebbe davvero entusiasmarvi. Sfuttando una semplice "basetta", Leap 3D è in grado di riconoscere i movimenti di una o due mani, o di oggetti presenti nello spazio di interazione che è in grado di coprire (1,2 metri cubi), con un'accuratezza 200 volte superiore a quella ottenibile al giorno d'oggi da sistemi analoghi. Le possibili applicazioni sono davvero infinite (la visione del video può darne un'idea), e a quanto pare Leap 3D non costa neanche una fortuna, visto che è già preordinabile sul sito del produttore al prezzo di 69 dollari. Anche se il kit di sviluppo è già disponibile, comunque, non è ancora ben chiaro quando Leap 3D arriverà sui mercati: si parla di inizio 2013. (award.mediaworld)

mercoledì 23 maggio 2012

Imu e mod. F24, seconda puntata


Girando nel web ho trovato un portale molto utile in cui compili il form con tutti i dati (fabbricati, terreni ecc) e tutto viene calcolato in automatico. E' possibile stampare l'F24 con tutti i codici pronto per il pagamento. Se si hanno dubbi sull'importo da pagare, e soprattutto sulle modalità di compilazione, importo detrazioni da esporre ed arrotondamenti da applicare digitando amministrazionicomunali.it. potrete fugarli. Si può oltre che stampare il modello F. 24, anche salvare il tutto in Pdf per magari poi compilare online con l'home banking, o lo stampato per pagare in PT.

La voce leggendaria dei Supertramp in un imperdibile concerto a Milano

Roger Hodgson, leggendaria voce dei Supertramp, sarà in concerto al Teatro Smeraldo di Milano l’11 giugno. Questo distinto signore parla così dell’esperienza Supertramp : “I Supertramp rappresentano una parte importante della mia storia e sono sempre ben felice di parlarne: per oltre 14 anni, la band è stata la mia passione e il mio sogno realizzato. Il pubblico ancora oggi, quando ascolta le mie hit, pensa ai Supertramp perchè le mie canzoni sono il “suono e l’anima” della band, anche grazie alle radio di tutto il mondo che continuano a programmarle ogni giorno”. Basti pensare a “Breakfast in America”, uno degli album più famosi di tutti i tempi, per collocare Roger Hodgson al centro di quel progetto, insieme all’altro leader della band, Rick Davies. 
Come in ogni band, la convivenza ben presto si fa difficile e Hodgson nel 1983, dopo l’album “The Famous last Words”, all’apice del successo mondiale, abbandona i “Supertramp” (che non saranno più gli stessi) per entrare nella leggenda con un paio di album da solista (“In the eye of the storm” e “Hai Hai”). 
 Presentato da “Amicimiei srl”, Roger Hodgson sarà per la prima volta in Italia lunedi 11 giugno al Teatro Smeraldo di Milano con il “Breakfast in America Tour” in cui presenterà il meglio del suo importante repertorio di canzoni con (e senza) i Supertramp: “Breakfast in America”, per l’appunto; “Take the long way home”; “It’s raining again”; “The Logical Song”; “Give a Little Bit”; “Dreamer”, “School”, “Fool’s Overture”, per citarne alcune. Saranno due ore di grande musica.
 Sul palco, con Hodgson, ci saranno Aaron Macdonald (sax, armonica, tastiere); Bryan Head (batteria); Kevin Adamson (tastiere); David J Carpenter (basso).
(megamodo.com)

martedì 22 maggio 2012

IDAPT I4+, il caricabatterie da tavolo universale.

IDAPT I4+ è il caricabatterie da tavolo che unisce design e funzionalità. In esso è racchiusa una sofisticata tecnologia che permette di ricaricare fino a tre dispositivi ed è, inoltre, compatibile con oltre 4500 dispositivi. Al giorno d’oggi nelle famiglie sono presenti più dispositivi mobili, molto spesso sono presenti più dispositivi per componente; questa soluzione, dunque, è l’ideale per una ricarica congiunta e, soprattutto, è all’avanguardia in termini di risparmio energetico ed economico grazie alla possibilità di coprire tutti i dispositivi.
 Basta andare alla ricerca di più prese per collegare i tanti caricabatterie e niente più cavi aggrovigliati, ricaricare il proprio dispositivo diventa semplice e comodo grazie ai tre caratteristici punti connettori di ricarica e l’aggiuntivo e rapido punto di ricarica USB. Il sistema intercambiabile di connettori IDAPT è altamente innovativo e permette di ricaricare con facilità qualsiasi combinazione di dispositivi mobili in modo rapido. La compatibilità con oltre 4500 dispositivi elettronici è estesa anche agli ultimi modelli dei marchi più importanti presenti sul mercato: Apple (tutti i generatori per iPhone, iPod Touch, Nano, iPad..), HTC, Samsung, PSP, Nintendo 3DS, Sony Ericsson, Palm, TomTom, LG e molti altri ancora. Inoltre, per ogni nuovo dispositivo lanciato sul mercato, IDAPT crea nuovi connettori. 
Caratteristiche: 
- Simultaneitá. È possibile ricaricare fino a 4 dispositivi contemporaneamente;
 - Ecologico. Pulsante On/Off, tecnologia di connettori universali ed inter¬cambiabili, elettronica efficiente;
 - Universale e garantito per il futuro. Ricarica tutti i dispositivi elettronici con una compatibilitá completa, creazione di nuovi connettori all’uscita di nuovi dispositivi; 
- Conveniente, risparmio di denaro grazie alla copertura di tutti i dispositivi;
 - Ergonomico e semplice, il sistema ad oscillamento del connettore lo rende un prodotto solido ed adatto ad un uso quotidiano.
 Disponibile nei colori: rosso, nero opaco, arancio, verde, blu al prezzo di 50 euro circa.

Al via il concorso Coorsal Music Summer Contest: iscrizioni fino al 15 giugno

Porte aperte per il “Coorsal Music Summer Contest”, il concorso dedicato alle band e a cantanti locali che mette in palio una produzione discografica. E’ possibile iscriversi, sino al 15 giugno, compilando il modulo che si trova sul sito www.coorsalmusicsummercontest.net e seguendo le istruzioni per l'invio del materiale. E’ previsto, inoltre, il pagamento di una quota di iscrizione: 25 euro per i solisti e 50 euro per le band.
 Il concorso è organizzato da realtà che operano da anni nel settore come Coorsal, Mirano Summer Festival, ComunicArte e Heart Real Music Promotion. I vincitori del contest avranno la possibilità di incidere un Cd in uno studio di registrazione vero e proprio con la supervisione di Simone Chivilò, premiato come miglior produttore al MEI, l’importante meeting nazionale delle etichette indipendenti. Inoltre, i premiati avranno anche la possibilità di realizzare un videoclip e di essere seguita da un ufficio stampa che si occuperà della promozione dell’album. Le prime selezioni avverranno tramite il giudizio di una apposita commissione artistica sul materiale registrato ed inviato in Cd o in file mp3.
 Poi, la direzione del concorso provvederà a selezionare gli otto gruppi e gli otto solisti che parteciperanno alle semifinali nel mese di luglio nell’area vicina agli impianti sportivi di Mirano nell’ambito del “Mirano Summer Festival” che l’anno scorso ha avuto un’affluenza di circa 300.000 persone. La commissione artistica, comunque, si riserverà la possibilità di un’ulteriore selezione live presso le sale prova Coorsal di Mira. Alla fine i tre migliori gruppi e i tre migliori solisti selezionati attraverso le due serate di semifinale si esibiranno nella finale del concorso che si terrà il 22 luglio sempre sul palco del “Summer Festival”.
Al termine della serata la commissione artistica decreterà i vincitori del “Coorsal Music Summer Contest” che potranno incidere un Cd con la produzione di Simone Chivilò. Poi, le tre band e i tre solisti che dimostreranno di avere la maggiore originalità saranno ammessi alla serata finale della manifestazione miranese che si terrà il 22 luglio. Le esibizioni durante le semifinali avranno una durata massima di 15 minuti. Le band partecipanti dovranno provvedere autonomamente a tutta la strumentazione personale necessaria per la propria esibizione, fatta esclusione di quanto messo a disposizione dall’organizzazione: una batteria, due amplificatori per chitarre, un amplificatore per basso, microfoni e monitor, impianto audio e luci. I solisti dovranno esibirsi accompagnandosi in proprio o con l’ausilio delle basi musicali. Non è ammessa naturalmente nella base, pena l’esclusione dal concorso, la presenza della traccia della voce solista.
I gruppi dovranno esibirsi esclusivamente dal vivo con il solo eventuale supporto di tracce elettroniche. I brani presentati possono essere editi o inediti, in italiano, dialetto o lingua straniera.La commissione artistica valutare eventuali eccessi nei testi.
Qui il programma della manifestazione.

lunedì 21 maggio 2012

Sea Lion

Questa vettura color argento, Sea Lion, ha appena battuto il record di velocità l'acqua per il più veloce veicolo anfibio da topping out a 60 MPH. Liscia, in alluminio spazzolato. Marc Witt, il suo costruttore,  ha impiegato più di 6 anni per costruirla.

 

Calvizie: gli adolescenti italiani perdono sempre più capelli

I film ci propongono sempre l'immagine dei giovani adolescenti con i capelli lunghi e scarmigliati usati come bandiere della loro sfida generazionale: tuttavia l'iconografia comune non sembra affatto corrispondere al vero e i dati relativi alla caduta dei capelli nelle fasce giovanili è allarmante. I dati relativi alla perdita di capelli nelle fasce più giovani della popolazione è decisamente preoccupante: è ben il 18% degli adolescenti italiani, cioè uno su cinque, a soffrire di calvizie, di problemi legati alla perdita di capelli. La fotografia della “salute” delle giovani chiome degli adolescenti del Bel Paese è stata scattata da una recente ricerca, condotta su un campione di 10 mila ragazzi italiani con la collaborazione di oltre 100 dermatologi sparsi su tutto il territorio nazionale da IHRF, fondazione di ricerca per la patologia sui capelli.
 Lo studio, oltre a evidenziare il preoccupante trend al rialzo della calvizie tra i giovanissimi, caratterizza ulteriormente il fenomeno, delineandone meglio il profilo. Le vittime preferite di questa tendenza antiestetica sono soprattutto i maschi (60% dei casi), di età compresa, soprattutto, tra i 12 e 20 anni. Anche le giovanissime, però, non sono completamente immuni: è in crescita anche la quota, attualmente ferma al 40%, dei casi di calvizie declinati al femminile. Nella maggior parte dei casi il responsabile di questa perdita anomala di capelli ha un nome ben preciso, l’alopecia androgenetica, che è la forma più frequente di calvizie. Tra i fattori coinvolti contro i quali puntare il dito ci sono, sicuramente, quello genetico, perché la calvizie è legata alla trasmissione di un errore sui geni del cromosoma X ereditati dalla madre, ma anche la cattiva alimentazione e il fumo.
 Un disturbo dai risvolti estetici poco piacevoli, ma, soprattutto, dalle ripercussioni psicologiche difficili da sottovalutare. Causa stress, ansia, insicurezza e disagio. Nel 60% dei casi, i giovani percepiscono la perdita di capelli come un difetto difficile da accettare e da mostrare, vergognandosene profondamente fino, in alcuni casi, a rischiare l’isolamento da amici e coetanei. “E’ indispensabile rassicurare questi ragazzi sulla possibilità di contrastare la caduta con una diagnosi dermatologica il più precoce possibile, per evitare la progressione della calvizie e la ripercussione sulla qualità della vita. Al giorno d’oggi ci sono molti rimedi terapeutici utili, come per esempio i fattori di crescita naturali o di biotecnologia, che possono portare a una soluzione del problema nel 90% di questi ragazzi” ha osservato il professor Fabio Rinaldi, presidente IHRF.
Link utile :
http://www.cadutadeicapelli.net/

domenica 20 maggio 2012

Vacanze brevi e in località più economiche: gli effetti della crisi

La crisi si fa sentire e cambia le vacanze degli italiani. E’ quello che emerge da un sondaggio condotto da Agriturismo.it, la guida all’agriturismo di qualità in Italia, e Travelfool.it, il sito con le migliori offerte di viaggio del web, a cui hanno risposto oltre 4700 utenti del web.
 La crisi si fa sentire La crisi incide sulle vacanze dell’ 83% degli intervistati: si sceglieranno località più economiche (40%) e si preferiranno periodi di bassa stagione (25%). Inoltre le vacanze saranno più brevi (26%): la vacanza estiva durerà in media di 9,2 notti, in calo rispetto ai dati Istat che indicavano una durata media delle vacanze lunghe di 12,2 notti nel 2011 e di 12,8 notti nel 2010. La maggioranza degli intervistati però non rinuncia alla vacanza estiva (66%) e si registra la tendenza a concedersi qualche giorno di relax in altri periodi dell’anno (27%). 
 Per quanto riguarda i costi, il 70% degli intervistati prevede di spendere complessivamente meno di 1500 euro per la vacanza estiva, mentre solo il 15% è intenzionato a spendere più di 2000 euro.
 Le mete più gettonate per l’estate 
 Gli italiani amano il mare (67%), a discapito della montagna (10%), delle città d’arte (8%) e della campagna (4%). Le regioni preferite sono a pari merito la Toscana e la Puglia con il 10% di preferenze. Seguono la Sardegna (8%), la Sicilia (7,5%) e il Trentino Alto Adige (7%). All’estero andrà il 29% degli intervistati, principalmente sul Mediterraneo (11%) e nelle capitali europee (7%). Le vacanze si prenotano da due a quattro mesi prima (35%). In alternativa si considerano le offerte e i last minute (22%). 
Per Travelfool.it, sito specializzato in offerte viaggi, la percentuale di prenotazioni in occasione di promozioni e last minute è del 42%. La situazione per l’agriturismo Per quanto riguarda gli amanti della vacanza in agriturismo, la crisi è sentita in maniera minore. "L'agriturismo registra volumi di ricerca positivi, in linea con l'anno scorso - spiega Fabrizio Begossi - product Manager di Agriturismo.it - Chi sceglie la vacanza in agriturismo, infatti da sempre predilige soggiorni brevi, distribuiti durante l'anno e ama restare in Italia. Proprio le scelte verso cui ora si stanno orientando anche gli altri turisti."

IMU e modello F 24, questo sconosciuto

Ormai la parola IMU ci è entrata in testa e sappiamo che il balzello è prossimo. Molti di noi, io per primo, abbiamo fatto due conti in croce e abbiamo appurato la cifra dell'esborso. Siamo anche stati resi edotti sulla tempistica ma...
Ma, da nessuna parte, tv, radio, giornali, ho sentito qualcuno che mi spiegasse "come" e "dove".
Mi son allora armato di pazienza e tramite gugol ho fatto un pò di ricerche. Pensavo di poter usare un bollettino postale più o meno simile a quello usato per l'ICI, ma qui la prima sorpresa. Solo dal dicembre 2012 ci saranno tali bollettini.
E quindi? Quindi si usa il modulo F 24, semplice. E che è sto modulo? Recita wikipedia: "Il Modello F24 è utilizzato in Italia per il versamento della grande maggioranza delle ...", mai sentito nominare nè visto. Forse per i negozianti, per i partita Iva è più familiare, ma per me, lavoratore dipendente è una new entry. Vabbè, inforco lo scooter e vado in Posta e banca, e sorpresa lo trovo sia qui che lì. Bene, ora ho in mano uno stampato che, dopo apposita compilazione, mi permetterà di fare il mio dovere di cittadino, pagando o in sportello PT o in quello bancario. Aggiungo, per dovere di cronaca, che è possibile pagare anche online tramite l'home banking, o tramite il sito dell'Agenzia delle Entrate. ( ma qui la cosa è macchinosa in quanto bisogna registrarsi, chiedere una parte di password, mentre la seconda parte arriverà via posta ordinaria in 15 giorni circa). A meno che, si intende, non ci si rechi ad un Caf per tutte queste incombenze.
 Ma mi son chiesto il perchè non approntare da subito i bollettini postali per agevolare magari le persone anziane che poco ci capiscono di tutte queste cose?
 Aggiungo un pò di link utili:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/home
http://www.comune.venezia.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/52306


sabato 19 maggio 2012

Siamo tutti in lutto


Ognuno puo’ esser grande…

Ognuno puo’ esser grande…perchè oguno puo’ servire.
Non è necessario avere una laurea per servire.
 Non è necessario concordare soggetto e verbo per servire.
 E’ necessaio solo avere un cuore pieno di grazia.
Un’Anima generata dall’Amore.
 Vivere è arrivare dove tutto inizia …
Amare è andare dove nulla finisce …
Vivi come se fosse presto …
Rifletti come se fosse tardi …
 Di quello che devi dire con Dolcezza …
Pensa sempre con Speranza …
Porta sempre la fede nel cuore…
Fai quello che devi fare con Amore…

 M.L.King

L’ansia rende più intelligenti

Chi soffre d’ansia sarebbe più intelligente rispetto agli altri. E’ questa la conclusione a cui sono arrivati gli esperti del Baylor college di medicina, che hanno realizzato uno studio sull’argomento, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Frontiers in evolutionary neuroscience. Il tutto è spiegabile con un processo di carattere evolutivo, che avrebbe portato la specie a mettere in correlazione l’ansia con l’intelligenza. In effetti sembra piuttosto strano o almeno non ce lo saremmo aspettati, eppure sembra proprio così.
In particolare coloro che soffrono del disturbo di ansia generalizzata avrebbero un quoziente intellettivo piuttosto elevato. La ricerca è stata condotta, coinvolgendo 26 pazienti che soffrivano di ansia e 18 soggetti sani. Gli scienziati hanno sottoposto i volontari ad una scansione del cervello e sono riusciti a comprendere che esiste un unico componente chimico che è associato sia all’ansia che ad un livello elevato di intelligenza. Coloro che soffrivano di ansia ed erano molto intelligenti presentavano nel cervello una diminuzione della colina, che è un nutriente essenziale che di solito si trova nella materia bianca cerebrale. Quindi sostanzialmente i ricercatori sono arrivati alla conclusione che i pazienti più intelligenti avevano delle ansie più intense rispetto a coloro che presentavano un quoziente intellettivo inferiore
. Ma perché, a livello evolutivo, si è sviluppata questa correlazione? Lo ha spiegato Jeremy Copian, professore alla New York State University: l’ansia è il fattore che porta a correre meno rischi; le persone più ansiose quindi finiscono per il sopravvivere di più, avvantaggiando la specie. Ecco perché è nata questa correlazione tra ansia e intelligenza: l’ansia sarebbe una strategia di intelligenza, che viene messa in atto per portare avanti la specie. E’ vero quindi che l’ansia e gli attacchi di panico rendono difficile la vita, specialmente quando i disturbi d’ansia sono veramente patologici. Tuttavia allo stesso tempo è pur vero che l’ansia diventa, dal punto di vista evolutivo, una componente essenziale per la sopravvivenza della specie umana. Probabilmente per questo è difficile risolvere i problemi di ansia, nonostante si ricorra alla psicoterapia e all’uso di appositi farmaci ansiolitici. In sostanza ce ne dovremmo fare una ragione e pensare che, se si è più intelligenti, comunque qualche rischio si deve pur correre. Se guardiamo la situazione dal punto di vista dell’evoluzione, l’ansia potrebbe essere anche rivalutata.
(tantasalute.it)
L’ansia comporta quello che potrebbe essere definito un deficit di sensibilità di percezione. Tutto ciò fa in modo che, al contrario di quanto si possa pensare, chi soffre d’ansia non sia particolarmente pauroso. L’ansia e la paura sono due emozioni differenti per vari punti di vista. Ad insistere su questo concetto sono stati gli studiosi della School of Psychological Sciences dell’Università di Tel Aviv e dell’Adler Center for Research in Child Developmental and Psychopathology. L’ansia infatti renderebbe meno sensibili nelle situazioni di pericolo vero. Il dott. Frenkel, uno dei coordinatori dello studio, ha avuto modo di spiegare: “I risultati dell’EEG ci dicono che quella che appare come ipersensibilità a livello comportamentale, è infatti il tentativo della persona ansiosa di compensare un deficit di sensibilità nella propria percezione.” La causa dell’ansia risiede in determinate aree del cervello, ma gli ansiosi hanno come vantaggio il fatto di non essere attenti ai dettagli e quindi di essere deficitarii, nel momento in cui vanno a valutare una minaccia. Chi non è ansioso cogli tutti i particolari di una situazione di pericolo e quindi prova più paura. L’essere ansiosi ha diverse conseguenze negative: l’ansia non favorisce la concentrazione e i sintomi dell’ansia sono molto fastidiosi. Tuttavia l’ansia ha il vantaggio di far provare meno paura.

venerdì 18 maggio 2012

Apollodoro e La Macchina dei Sogni uniti per dare spazio sul web agli scrittori emergenti

Apollodoro e La Macchina dei Sogni uniti per far conquistare il web ai nuovi scrittori emergenti. Un progetto innovativo, che viene incontro a chi ama scrivere, ma anche a chi ama leggere. In pratica, dal 22 febbraio 2012 La Macchina dei Sogni, la scuola di Milano che insegna l’arte della scrittura creativa ai giovani, ogni mese invierà al sito un racconto inedito, realizzato proprio dagli scrittori emergenti che si appoggiano all’associazione promotrice di questa iniziativa, Fabbricanti di Storie. 
Il racconto verrà pubblicato su Apollodoro, in modo che possa conquistare l’esigente pubblico del web. Un’occasione assolutamente da non perdere per tutti gli aspiranti scrittori che non sanno bene come divulgare i propri scritti e far conoscere i propri racconti: La Macchina dei Sogni e Apollodoro vi danno questa opportunità. E non vi disperate se siete troppo lontani da Milano e non potete far parte fisicamente della Macchina dei Sogni: anche tutti gli utenti di Apollodoro potranno partecipare a questa iniziativa, spedendo poi alla redazione le proprie opere. Gli scritti dovranno essere inviati al seguente indirizzo: redazione[@]apollodoro.it
 Qui un gruppo scelto di esperti del sito provvederà a selezionare il miglior racconto ricevuto e lo pubblicherà online. Ma non finisce qui: Chicca Profumo, la creatrice stessa della Macchina dei Sogni, nonché sua direttrice didattica recensirà personalmente il racconto. In pratica, ogni mese verranno pubblicati due racconti, uno proveniente dai Fabbricanti di Storie e uno dal nostro sito. Questa innovativa collaborazione fra Apollodoro e La Macchina dei Sogni vuole essere un mezzo per divulgare anche online la scrittura creativa, dando un maggior spazio e una maggior visibilità ai giovani talenti emergenti, sia pubblicando i racconti realizzati dagli scrittori dell’associazione culturale La Macchina dei Sogni, sia quelli scritti dagli utenti di Apollodoro aspiranti autori.

Venice in a day - Vimeo



 Un giorno a Venezia , dal mattino al tramonto in timelapse.

giovedì 17 maggio 2012

Fuori Dove?

Si rinnova, per il quinto anno, il grande appuntamento dedicato al disagio psichico che, in collaborazione con il Coordinamento della Salute Mentale Milanese, Fondazione Bertini organizza anche quest’anno per ridisegnarne i confini sociali, attraverso lo scambio e la cultura, unendo artisti, intellettuali, familiari, Istituzioni, operatori, cittadini, e soprattutto chi è portatore di storie di disagio mentale.
 L’edizione di quest’anno si terrà il 19 maggio nello spazio di via Caroli 12 a Milano, e ruoterà intorno all'importante tema dell’empowerment, fuori e dentro i confini della psichiatria. Due dimensioni, il dentro e il fuori, che trovano forse nel “potenziamento” (empowerment) delle persone affette da disagio, il loro punto di ricomposizione. “Fuori Dove?” sarà anche l’occasione per premiare ed incontrare i vincitori del concorso “Mind The Difference 2012” che quest’anno ha avuto come mezzo di espressione il fumetto. Fra i giurati Enoch e i disegnatori della Sergio Bonelli Editore. La sfida è stata quella di mostrare, attraverso il disegno grafico, l’espressione della differenza ed i fenomeni di esclusione ad essa collegati facendo emergere il suo significato etico e valore di verità.
  La manifestazione si svolgerà nello spirito di riflessione, ma anche di festa che ha sempre caratterizzato questa singolare iniziativa: al dibattito sull’empowerment, cui presenzieranno nomi illustri della psichiatria italiana e milanese, si succederanno infatti le performance spontanee, i momenti di convivialità, le premiazioni e proiezioni, sempre con comune denominatore gli utenti psichiatrici, gli operatori, gli Enti e le Associazioni della salute mentale.
 Visita il sito e scopri i risultati del concorso 2012 "Mind the Difference".

Bandiere blu 2012

L'Italia del mare doc sempre più ricca di vessilli di qualità: l'edizione 2012 delle  premia ben 246 spiagge, tredici in più rispetto al 2011, che corrispondono a 131 Comuni rivieraschi, cinque in più contro i 126 dello scorso anno. 

Cresce il sud con nuove località sia in Campania che in Sardegna. Queste le "pagelle" della 26. edizione di bandiere blu assegnate dalla Fondazione per l'educazione ambientale (Fee) in collaborazione con Enel Sole e consegnate a Roma. È del 96% la percentuale delle conferme, comprese tre località lacustri, e sono 61 gli approdi turistici premiati, due in meno rispetto alla precedente edizione.

La Liguria campione, a Nordest 8 spiaggeLa Liguria sale a 18 bandiere, una in più rispetto allo scorso anno. Con 16 località seguono le Marche e la Toscana, distaccandosi di poco dall'Abruzzo con 14 bandiere blu. Il Nordest è a quota 8 con le 6 del Veneto e le due friulane (Lignano e Grado) mentre si porta 13 la Campania, che guadagna una nuova località rispetto alla precedente edizione; sei vessilli per la Sardegna con un riconoscimento in più rispetto all'anno scorso. 

«La situazione economica internazionale - ha detto Claudio Mazza, presidente Fee Italia - e una
domanda turistica sempre più attenta all' ambiente, impongono senza più ritardi, alle Amministrazioni locali, delle scelte concrete in chiave di sostenibilità e qualità». Infatti prioritarie, tra i criteri di giudizio, educazione ambientale e gestione del territorio. Tra gli indicatori: impianti di depurazione funzionanti; gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi; la cura dell'arredo urbano e delle spiagge; la possibilità di accesso al mare per tutti i fruitori senza limitazioni.

Non ci sono per l'edizione 2012 delle bandiere blu, Rimini, in Emilia Romagna, e Fiumefreddo, in Sicilia.



Le 7 new entry sono Monopoli in Puglia; Melissa in Calabria; Anacapri sull'isola di Capri; Petacciato in Molise; Palau in Sardegna; Ventotene nel Lazio; Sanremo in Liguria. 

Ecco tutte le spiagge bandiera blu 2012 secondo l'assegnazione da parte della Fee (la Fondazione per l'educazione ambientale):

FRIULI VENEZIA GIULIA (2): Grado (Gorizia); Lignano Sabbiadoro (Udine).

VENETO (6), provincia di Venezia: San Michele al Tagliamento - Bibione, Caorle, Eraclea- Eraclea mare, Jesolo, Cavallino Treporti, Lido di Venezia. 
- LIGURIA (18): Camporosso, Bordighera, Sanremo - Imperatrice (Imperia); Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona -Fornaci, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze (Savona); Chiavari, Lavagna, Moneglia (Genova); Lerici, Ameglia - Fiumaretta (La Spezia). 

- EMILIA ROMAGNA (8): Comacchio-Lidi Comacchiesi (Ferrara); Ravenna - Lidi Ravennati, Cervia-Milano Marittima/Pinarella/Cervia (Ravenna); Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro mare (Forlì-Cesena); Bellaria Igea Marina, Cattolica, Misano Adriatico (Rimini).

- CAMPANIA (13): Massa Lubrense, Anacapri - Punta Faro/Gradola (Napoli); Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone/Capitello, Pollica-Acciaroli/Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati, Sapri (Salerno).

- PIEMONTE (2): Cannero Riviera (Verbania); Cannobio Lido (Verbania).

- LOMBARDIA (1): Gardone Riviera (Brescia).

- TOSCANA (16): Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio (Lucca); Pisa-marina di Pisa-Tirrenia-Calambrone (Pisa); Livorno-Antignano/Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina-Marina/Le Gorette, marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Piombino-parco naturale della Sterpaia (Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto). 
- MARCHE (16): Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo-Marotta (Pesaro-Urbino); Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana (Ancona); Porto Recanati, Potenza Picena - Porto Potenza, Civitanova Marche (Macerata); Porto Sant'Elpidio, Porto San Giorgio, Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).

- LAZIO (5): Anzio (Roma); Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga, Ventotene-Cala Nave (Latina).

- ABRUZZO (14): Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi (Teramo); Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto-Punta Penna/San Tommaso,, San Salvo (Chieti); Scanno (L'Aquila). 

- MOLISE (2): Termoli, Petacciato-Marina (Campobasso).

- BASILICATA (1): Maratea (Potenza). 

- PUGLIA (10): Rodi Garganico (Foggia); Polignano a Mare, Monopoli-Lido Rosso/Castello S.Stefano/Capitolo (Bari); Fasano, Ostuni (Brindisi); Ginosa-Marina di Ginosa (Taranto); Otranto, Melendugno, Salve, Castro (Lecce).

- CALABRIA (6): Cariati, Amendolara (Cosenza); Cirò Marina, Melissa-Torre Melissa (Crotone); Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria). 

- SICILIA (5): Lipari-Lipari/Vulcano (Messina); Ispica-Santa Maria del Focallo/Ciricà, Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa (Ragusa); Menfi (Agrigento).

- SARDEGNA (6): Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge/Spalmatore, Palau-Palau Vecchio/Sciumara (Olbia-Tempio); Castelsardo-Ampurias (Sassari); Oristano-Torre Grande (Oristano); Quartu Sant'Elena-Poetto (Cagliari).

mercoledì 16 maggio 2012

Frecce Trenitalia: un concorso per festeggiare i 100 milioni di viaggiatori

Cento milioni di viaggi sulle Frecce di Trenitalia. Per festeggiare l’importante traguardo, Trenitalia lancia un concorso a premi: in palio una fiammante FIAT 500 Pop Star rossa ogni mese da maggio a settembre. Il concorso è dedicato ai clienti che dall’1 maggio al 30 settembre 2012 sceglieranno ancora di muoversi a bordo di un Frecciarossa, Frecciargento o Frecciabianca.
 Per partecipare alle estrazioni mensili sarà sufficiente che essi acquistino nel periodo 1 maggio - 30 settembre 2012 il biglietto per un Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca e viaggino nello stesso periodo. Basterà poi inserire i propri dati collegandosi al sito 100milionidifrecce.it. Ovviamente sono esclusi dal concorso sia i dipendenti del Gruppo sia quelli delle società che sono coinvolte nella gestione del concorso stesso. 
Allo stesso modo sono escluse dal concorso alcune specifiche tipologie di biglietto, come i diritti di ammissione, gli abbonamenti, le carte tutto treno, i carnet 10 viaggi, i biglietti premio ect. Il  regolamento è consultabile sui siti trenitalia.com e 100milionidifrecce.it.

 Le estrazioni avverranno secondo la seguete tabella:


Gordon Ramsay by DOLiWOOD Films

 Non è la prima volta che parlo della DOLiWOOD Films, un collettivo di disadattati sociali che si divertono a doppiare film famosi, cartoni, pubblicità e tutto ciò che si muove in rete. Dopo aver pubblicato diversi filmati, mi allargo e posto delle immagini, caricatura ispirate dal notissimo cuoco televisivo Gordon Ramsay . Buon divertimento.








martedì 15 maggio 2012

Moonbuggy, una bici per la luna montata da studenti veneziani


Passeggiare sui mari lunari non è più solo fantasia, almeno per i ragazzi della 4° C del Liceo Scientifico Benedetti di Venezia che sulla Luna si preparano ad andarci, ma in bicicletta. In cinque, ad aprile, sono sbarcati a Huntsville, conosciuto come Rocket, razzo, in Alabama. Qui la fortuna è arrivata proprio il 20 luglio 1969 quando la sfera di cristallo è diventata realtà. Miliardi di occhi attaccati alla televisione. E poi, Neil Armstrong: «Un piccolo passo per l’uomo, un passo gigante per l’umanità». Parte la corsa allo spazio, non sono mica soldi persi, lassù ci si arriva davvero. E proprio Huntsville diventa la fabbrica dei sogni. Se ne sono accorti subito i cinque quando sono scesi in aeroporto: immagini di shuttle e di razzi dappertutto, conditi con il marchio della Nasa che scintilla ovunque. Insomma, il giovane equipaggio, senza genitori, si ritrova in un hotel in Alabama, uno di quelli con piscina in cortile e finestroni su uno dei tanti stradoni intervallati da fast food e benzinai. Cinque ragazzi da soli in Alabama: Simon Galletti, Laura Martin, Daniele Cini, Giacomo Labbri e Marco de Lorenzi. Uno pensa: troppo figo. Di ore piccole in effetti ce ne sono state, raccontano, ma mica per divertirsi. A tenerli svegli un lavoretto un po’ impegnativo: costruire una bicicletta, ma non una qualsiasi, la Moonbuggy. La gara internazionale di biciclette lunari si è svolta ad aprile con un centinaio di quattroruote. Il progetto è di alcuni universitari tedeschi, ma poi nella realizzazione ognuna è diversa. Si corre per un miglio su un terreno che riproduce la superficie lunare. La regola prevede squadre miste, quindi alla fine si decide per Simon e Laura che si posizionano 23°. Ma cosa ci fanno i cinque in un garage al centro della città dei razzi in mezzo a trapani, seghe elettriche e saldatori? Fino a un anno fa questa storia non era nemmeno un’idea nelle loro teste. Poi è arrivato un uomo da Lipsia, uno che fa sentire l’odore dei sogni, il signor Ralf Heckel, responsabile dell’International Space Education (www.spacepass.de). L’odore perché i sogni non profumano subito, anzi. Andare sulla Luna non è una passeggiata. Convince la Nasa del progetto di educazione spaziale e mette in moto una macchina, spaziale a modo suo, perché coinvolge i giovani, li fa stare insieme e li mette all’opera. Poi decideranno loro, ma intanto lui va nelle scuole, bussa la porta e chiede di partecipare. E perché no, risponde il prof di matematica Claudio Forieri, entusiasta. E così a novembre tutti a Lipsia per una settimana, a conoscere la Moonbuggy. Poi in cinque si buttano verso l’America. Aiutati da ingegneri spaziali della Nasa i ragazzi si costruiscono la loro bicicletta, in questi giorni visibile al Liceo Benedetti e poi in futuro chissà, magari un giorno con E.T. sulla Luna.


La Settimana dei bambini


Una settimana in agriturismo dedicata ai bambini, è l’iniziativa organizzata da Agriturismo.it, la guida all’agriturismo di qualità in Italia. L’evento si svolge dal 2 al 9 settembre in 50 agriturismi sparsi in tutta Italia e selezionati fra quelli particolarmente adatti ad accogliere i più piccoli. I bambini potranno soggiornare gratuitamente in agriturismo e partecipare alle attività organizzate appositamente per loro. L’iniziativa nasce dal desiderio di offrire alle famiglie con bambini la possibilità di trascorrere del tempo di qualità, facendo esperienze che arricchiscono tutti i componenti del nucleo familiare a condizioni economiche agevolate. Grazie al contatto diretto con la natura e ai cibi sani, sempre più famiglie italiane scelgono l’agriturismo per le proprie vacanze. Corsi di equitazione, fattoria didattica, laboratori per imparare a fare il pane o produrre il formaggio sono solo alcune delle attività previste dalle aziende agrituristiche per “La Settimana dei bambini”. Per partecipare basta andare su www.agriturismo.it/settimanadeibambini e prenotare in uno degli agriturismi che aderiscono all’iniziativa. Tutti i dettagli dell’evento su: www.agriturismo.it/settimanadeibambini

lunedì 14 maggio 2012

In vacanza col tuo animale domestico

Una novità per i possessori felici di animali domestici che vogliono portareli con sè, in vacanza. Presentato a Palazzo Chigi un nuovo portale prettamente tematico, realizzato in collaborazione con l'Anci , gli esercenti e con il patrocinio del Ministero della Salute. Sito che si ripromette di esser costantemente aggiornato, www.vacanzea4zampe.info., che da la possibilità all'utente di segnalare eventuali disservizi. L'iniziativa vuol prevenire il randagismo, sostenere i proprietari di animali domestici (22 milioni in Italia), in qualche modo aiutare anche lo sviluppo del turismo.

Jack lo squartatore

Bel post storico/culturale sul corriere.it.:

 Jack lo squartatore, il più famoso serial killer della storia, era una donna. Ne è convinto John Morris, ex avvocato inglese di 62 anni, che recentemente ha pubblicato in Inghilterra «Jack The Ripper: The Hand Of A Woman» (Jack lo squartatore: la mano di una donna) libro dedicato all'omicida impunito che in meno di 10 settimane nel 1888 uccise 5 prostitute a Londra. Lo scrittore, che assieme al padre Byron ha spulciato migliaia di documenti medici e legali del tempo, afferma che il vero «mostro di Whitechapel» era la gallese Lizzie Williams, moglie del medico reale Sir John Williams, uno dei principali sospettati degli atroci fatti di sangue che sconvolsero la capitale britannica alla fine dell'800. John Morris 

GLI INDIZI - Le cinque vittime del serial killer furono tutte prostitute dell'East End londinese. Williams sostiene che «Jacqueline la squartatrice», nata il 7 febbraio 1850, avrebbe portato a termine gli omicidi perché non poteva avere figli e si sarebbe voluta vendicare uccidendo le ragazze e sventrando i loro corpi. Diversi indizi dimostrerebbero che dietro la mano omicida c'era una donna: le vittime non subirono violenza sessuale; tre bottoni, appartenenti a uno stivale femminile, furono trovati nel sangue della prostituta Catherine Eddowes; resti di vestiti di donna (una mantellina, una gonna e un cappellino) furono scoperti tra le ceneri del camino di Mary Kelly, l'ultima vittima del serial killer (la polizia avrebbe accertato che questi indumenti non appartenevano alla prostituta). Infine quest'ultimo omicidio fu particolarmente cruento (la gola della ragazza fu squarciata, il viso severamente mutilato, il petto e l'addome aperti, il cuore mai trovato) perché Mary Kelly era l'amante del marito della Williams: «Ci sono numerosi indizi che presi individualmente hanno poco significato, ma se li mettiamo assieme fanno emergere che l'omicida possa essere una donna - ha spiegato al Birmingham Mail l'autore del libro - Sfortunatamente siccome nel corso degli anni si è voluto credere che il colpevole fosse un uomo, tutti gli indizi che portano alla Williams sono stati scartati». 

DUBBI - Le certezze dell'ex avvocato fanno storcere il naso agli storici che da decenni indagano sul caso. Molti continuano a credere che il vero serial killer sia Sir John Williams, il medico reale e marito di Lizzie. Lo scorso novembre, Tony Williams, pronipote del presunto serial killer, avrebbe ritrovato tra gli oggetti personali del suo antenato un coltello che secondo gli esperti potrebbe corrispondere all'arma dei delitti: «Sono convinto che è il coltello usato per uccidere queste donne - dichiara il quarantanovenne al Daily Mail - È' ampiamente accertato che la persona che ha effettuato questi omicidi dovesse avere dettagliate conoscenze mediche. Sir John Williams fu un rinomato chirurgo e portò a termine, durante la sua carriera professionale, sistematici aborti su donne. Proprio nelle settimane in cui avvennero gli omicidi era a Londra e fece diversi interventi chirurgici».

domenica 13 maggio 2012

Sostenibilità ambientale in agriturismo: WWF e Agriturismo.it promuovono un contest nazionale”


Agriturismo.it, la guida all’agriturismo di qualità in Italia, e le Fattorie del Panda , rete WWF di aziende agricole multifunzionali e sostenibili, lanciano il contest “Agriturismo & Sostenibilità” rivolto agli agriturismi italiani per richiamare l’attenzione sulla sostenibilità ambientale. 
 Dal 10 maggio al 30 agosto, gli agriturismi di tutta Italia potranno candidarsi rispondendo ad un questionario on-line dove indicheranno le pratiche adottate in relazione a: biodiversità, risorse idriche e cambiamenti climatici. “Queste tre aree di intervento proposte - sottolinea Roberto Furlani responsabile dell’Ufficio Turismo del WWF - sono coerenti con gli indirizzi ambientali della futura PAC (Politica Agricola Comune), la riforma delle politiche agricole della Commissione europea che entrerà in vigore nel 2013. La qualità ambientale è uno dei fattori che più incidono nella scelta di dove passare le vacanze. Una azienda agricola multifunzionale, con le sue scelte operative, può incidere quindi positivamente sulla integrità e l’attrattività del territorio in cui è presente”. “Le bellezze naturalistiche e paesaggistiche sono il primo motivo di scelta di una meta turistica. Un’agricoltura sostenibile e un turismo responsabile sono alla base della difesa di ambiente e paesaggio, visti non solo come patrimonio ma anche come fattore di sviluppo – spiega Fabrizio Begossi, Product Manager di Agriturismo.it – Per questo vogliamo tenere alta l’attenzione sul tema della sostenibilità ambientale”. La valutazione delle buone pratiche realizzate dalle aziende agricole verrà effettuata da una giuria di esperti interna a WWF e Agriturismo.it. 
 Ci sarà un agriturismo vincitore per ogni categoria (biodiversità, risorse idriche e cambiamenti climatici) e un vincitore unico. Premi in palio: l'adesione gratuita per un anno al programma Fattorie del Panda e ad Agriturismo.it, il diploma di Agriturismo sostenibile e La Targa Fattorie del Panda. Il vincitore unico riceverà inoltre la segnalazione per un anno sul sito fattoriedelpanda.com e su Agriturismo.it. Per maggiori informazioni www.agriturismo.it o www.fattoriedelpanda.com.
Qui per partecipare.

Tu mi porti su - Giorgia

sabato 12 maggio 2012

E doman tutti in una SPA




In una terra lontana di una galassia lontanissima di un universo remoto l'Italia attraversava una grave crisi economica. Mentre molte aziende morivano altre cercavano invece di resistere con coraggio sotto i duri colpi delle forze del male, ma non potevano nulla contro i vantaggiosissimi prezzi dei mercanti stranieri sulle terre ai confini del regno. Tre amici acquistano una esotica offerta su groppon, ma scoprono ben presto che non tutti i servizi offerti sono all’altezza delle aspettative. E’ così cominciata l'era delle...SPA Wars

Guadagna facendo la spesa

"Ciao Tiziano . sono C....... , spero di poterti dare del tu , senza offenderti. Faccio parte del team di un'azienda marchigiana che si occupa di alimentari da generazioni. per di piu' esportano prodotti made in italy in tutto il mondo. recentemente, abbiamo pensato di allargare il nostro interesse alle famiglie italiane direttamente e senza intermediari. I nostri prodotti sono esclusivamenti italiani. ogni giorno il catalogo viene arricchito con nuove entrate.L'adesione e' totalmente gratuita. Gli alimentari sono di qualita' con prezzi buoni , le consegne avvengono entro 24 / 36 ore isole comprese.La nostra spesa potrebbe assere gratis ,in quanto diamo 8% in prima line a fino al 9 livelli per un totale del 22%. Se ritieni interessante questo progetto, inviami la tua email il tuo cellulare o il tuo contatto skype e ti mandero' un blog dove viene descritto il nostro progetto. Resto a tua disposizione per qualsiasi domanda o dubbio . Intanto . ti lascio il mio cell.388..... email ..... il mio contatto skype ....." 
Comincia con questo messaggio ricevuto su Fb questo post. Incuriosito ho guardato il blog suggeritomi che si presenta così, e vi invito a darci un'occhiatina.


" Finalmente è nato qualcosa di veramente serio, affidabile, e con grandi prospettive. La società Netal è un' azienda che deriva da un’esperienza di cinquanta anni nel settore alimentare, il suo impegno maggiore è sempre stato la selezione di prodotti di alta qualità e la soddisfazione del cliente. Oggi Netal ha deciso di entrare nelle case di tutti gli Italiani in modo tale da portare il proprio prodotto selezionato e garantito a casa di ogni famiglia. Con Netal è possibile acquistare i prodotti di tutti i giorni in totale comodità, sicurezza e a prezzi concorrenziali, inoltre con Netal è possibile guadagnare e crearsi una rendita mensile costante e in continuo aumento........ Netal e il primo vero Network Italiano sugli alimentari. Possiamo fare a meno ti tantissime cose……… ma non possiamo fare a meno di mangiare e mangiare sano. Se vuoi cominciare questo straordinario Business contattaci."