domenica 20 maggio 2012

IMU e modello F 24, questo sconosciuto

Ormai la parola IMU ci è entrata in testa e sappiamo che il balzello è prossimo. Molti di noi, io per primo, abbiamo fatto due conti in croce e abbiamo appurato la cifra dell'esborso. Siamo anche stati resi edotti sulla tempistica ma...
Ma, da nessuna parte, tv, radio, giornali, ho sentito qualcuno che mi spiegasse "come" e "dove".
Mi son allora armato di pazienza e tramite gugol ho fatto un pò di ricerche. Pensavo di poter usare un bollettino postale più o meno simile a quello usato per l'ICI, ma qui la prima sorpresa. Solo dal dicembre 2012 ci saranno tali bollettini.
E quindi? Quindi si usa il modulo F 24, semplice. E che è sto modulo? Recita wikipedia: "Il Modello F24 è utilizzato in Italia per il versamento della grande maggioranza delle ...", mai sentito nominare nè visto. Forse per i negozianti, per i partita Iva è più familiare, ma per me, lavoratore dipendente è una new entry. Vabbè, inforco lo scooter e vado in Posta e banca, e sorpresa lo trovo sia qui che lì. Bene, ora ho in mano uno stampato che, dopo apposita compilazione, mi permetterà di fare il mio dovere di cittadino, pagando o in sportello PT o in quello bancario. Aggiungo, per dovere di cronaca, che è possibile pagare anche online tramite l'home banking, o tramite il sito dell'Agenzia delle Entrate. ( ma qui la cosa è macchinosa in quanto bisogna registrarsi, chiedere una parte di password, mentre la seconda parte arriverà via posta ordinaria in 15 giorni circa). A meno che, si intende, non ci si rechi ad un Caf per tutte queste incombenze.
 Ma mi son chiesto il perchè non approntare da subito i bollettini postali per agevolare magari le persone anziane che poco ci capiscono di tutte queste cose?
 Aggiungo un pò di link utili:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/portal/entrate/home
http://www.comune.venezia.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/52306


1 commento:

Sandra ha detto...

ah!!! povera Italia! (poveri noi!!!)