giovedì 24 maggio 2012

'Minority Report' non è più fantascienza con Leap 3D

Tra pochi giorni Kinect di Microsoft compie tre anni: ai tempi molti lo definirono una rivoluzione, ma ormai lo consideriamo quasi 'normale'. Il prossimo 'salto evolutivo' delle tecnologie di motion capture (riconoscimento dei gesti) potrebbe essere legata a prodotti come Leap 3D, piccolo dispositivo sviluppato dalla startup americana Leap Motion, il quale promette di portare ai massimi livelli l'interazione "tra l'uomo e le macchine". Se almeno una volta avete sognato di sfruttare il vostro PC in pieno stile Minority Report, il film di Steven Spielberg uscito nelle sale italiane ormai 10 anni fa, Leap 3D potrebbe davvero entusiasmarvi. Sfuttando una semplice "basetta", Leap 3D è in grado di riconoscere i movimenti di una o due mani, o di oggetti presenti nello spazio di interazione che è in grado di coprire (1,2 metri cubi), con un'accuratezza 200 volte superiore a quella ottenibile al giorno d'oggi da sistemi analoghi. Le possibili applicazioni sono davvero infinite (la visione del video può darne un'idea), e a quanto pare Leap 3D non costa neanche una fortuna, visto che è già preordinabile sul sito del produttore al prezzo di 69 dollari. Anche se il kit di sviluppo è già disponibile, comunque, non è ancora ben chiaro quando Leap 3D arriverà sui mercati: si parla di inizio 2013. (award.mediaworld)

Nessun commento: