venerdì 4 maggio 2012

Piaggio X10

Era ora e tempo che Piaggio tornasse ad occuparsi di maxy scooter a ruote medio/basse. Era dai vari X8 e X9 che non sfornava un modello degno di nota. Ora presenta il nuovo X10 che a guardarlo sembra grande, grosso e pesante. E, invece, il nuovo Piaggio X10 si guida con estrema facilità. In città come nei tratti extraurbani. Merito di un ottimo bilanciamento dei pesi, di una posizione di guida azzeccata (l'altezza della sella da terra è di 76 cm) e di un motore generoso e vivace. Piaggio X10 è una vera ammiraglia a due ruote dal design raffinato, caratterizzato da un alternarsi di superfici complesse e volumi innovativi. Un veicolo di nuova generazione progettato per soddisfare le esigenze di mobilità più avanzate: prestazioni di riferimento combinate con grande comfort e maneggevolezza, per affrontare in tutta comodità le percorrenze più lunghe, ma anche muoversi agilmente in città in assoluta sicurezza. Una proposta che evolve ed esalta al massimo il concetto di "salotto viaggiante": elegante, esclusivo ed equipaggiato di serie con una ricca dotazione e numerosi dettagli studiati per appagare l'occhio, ma sempre all'insegna della massima funzionalità. 
Dal primo maxiscooter del gruppo di Pontedera, quell'Hexagon lanciato nei primi anni 90, sembra essere passato un secolo: oltre 400 mila «Gt» venduti e un salto tecnologico immenso. Il Piaggio X10, per esempio, ha pure la porta Usb per ricaricare lo smartphone in uno dei vani portaoggetti nella parte posteriore dello scudo e uno schermo Lcd che in condizioni di scarsa visibilità aiuta ad avere tutte le informazioni sotto controllo. E davanti le luci diurne sono a Led. 
Il nuovo Piaggio X10 adotta soluzioni ciclistiche di prim'ordine, che privilegiano il comfort e la stabilità sulle lunghe percorrenze senza scendere a compromessi in fatto di agilità, maneggevolezza e facilità di guida. Sul telaio doppia culla in tubi d'acciaio altoresistenziale lavora una forcella di tipo tradizionale con una corsa di 125 mm (tra le più elevate del segmento), a beneficio del miglior comfort su qualsiasi tipo di fondo stradale. Al retrotreno monta una coppia di ammortizzatori idraulici a doppio effetto, con precarico regolabile su 4 posizioni e corsa di 120 mm. I magnifici cerchi a 5 razze hanno diametri differenziati e calzano pneumatici di generosa sezione: l'anteriore da 15" ospita un pneumatico di 120/70; il posteriore da 13" ne calza uno da 150/70. Piaggio X10 è dotato di un raffinato impianto frenante con doppio disco anteriore da 280 mm e singolo disco posteriore da 240 mm. 
versione cc. 350
Di serie su tutte le versioni il sistema di frenata combinata che può essere integrato, a scelta, con il doppio sistema ABS/ASR (Acceleration Slip Regulation). Grazie alla frenata combinata, la leva destra agisce su una sola delle pinze anteriori, mentre con la sinistra si azionano contemporaneamente l'altra pinza anteriore e quella posteriore. Una valvola ripartitrice calibra la pressione del freno anteriore in funzione di quella del posteriore, in modo da consentire una frenata più performante ed evitare al contempo il bloccaggio anticipato della ruota anteriore su fondi difficili. Nella versione con ABS e ASR, ciascuna ruota è dotata di un sistema rilevamento giri – un sensore e una ruota fonica – che misura istantaneamente velocità e decelerazione della stessa rispetto a quella del veicolo. 
I sensori dialogano con una centralina idraulica a 3 canali che attiva il sistema ABS (il più evoluto della categoria) qualora una delle due ruote deceleri bruscamente rispetto al veicolo, scongiurando il bloccaggio delle ruote e garantendo la stabilità del veicolo e una frenata efficiente anche su fondi a basso coefficiente d'attrito. Piaggio X10 è l'unico della categoria a disporre del sistema antislittamento della ruota posteriore: anche l'ASR sfrutta l'elettronica e i sensori dell'ABS per confrontare la velocità di rotazione delle due ruote. Quando i sensori avvertono una velocità eccessiva di quella posteriore, la centralina interviene (prima sull'anticipo e poi, se serve, anche sull'iniezione) per prevenirne lo slittamento ed evitare la perdita di controllo del mezzo. Il sistema ASR può essere disinserito attraverso il pulsante sul controscudo, al fine di garantire la possibilità di disimpegnarsi anche in condizioni particolari, quali partenze in salita o su fondo sterrato o con scarsa aderenza, ma torna ad attivarsi automaticamente a ogni avviamento successivo. Un ulteriore elemento di sicurezza del nuovo Piaggio X10 è la presenza del freno di stazionamento integrato nel cavalletto laterale: ad ogni estrazione della stampella il freno si aziona automaticamente, mantenendo l'X10 stabile e sicuro anche nelle soste su terreni non pianeggianti. 
Previsto con motorizzazioni da 125, 350 a 500cc, sicuramente la versione di mezzo sarà la più venduta. Prezzi da 6.000 euro scarsi.


Nessun commento: