martedì 1 maggio 2012

Rock a San Giuliano dal 20 luglio con il Venice Sherwood Festival

Torna il rock a San Giuliano. Nonostante l’addio dell’Heineken Jammin’ Festival che quest’anno si terrà a Rho (Milano), il grande parco di Mestre tornerà ad attrarre gli appassionati di musica con il Venice Sherwood Festival dal 20 luglio al 5 agosto. La manifestazione, organizzata dalla cooperativa Sherwood con la collaborazione della Municipalità di Mestre Carpenedo, che concederà l’uso del parco, costituirà un ideale prolungamento del consolidato Sherwood Festival di Padova che dal 15 giugno al 14 luglio sarà animato da personaggi come Manu Chao e Pat Metheny. Gli artisti di punta della edizione veneziana della manifestazione, invece, saranno i Negrita (venerdì 27 luglio) una delle rock band più apprezzate del panorama nazionale e gli ecclettico-demenziali Elio e le Storie Tese (sabato 21 luglio), un’istituzione nel loro campo. «I prezzi dei biglietti», assicurano Barbara Barbieri e Graziano Sanavia dello Sherwood, «saranno calmierati e terranno conto del difficile momento di crisi». Il biglietto dei Negrita si aggirerà sui 22-25 euro, mentre quello di Elio e le Storie Tese costerà 20 euro. Poi ci saranno concerti tutti i giorni nel palco principale e in quello secondario con artisti locali e nazionali a cui si potrà assistere o con la formula dell’entrata libera o con al massimo un’offerta di un’euro. E non solo. «Vogliamo costruire un rapporto particolare con il territorio», dicono gli organizzatori, «dando anche alle band locali di qualità la possibilità di esibirsi. Vogliamo, inoltre, offrire uno spazio aperto alle associazioni e ai gruppi informali sia nell'ambito artistico e culturale che nel sociale e nella solidarietà». Evento nell’evento il Venice Sunsplash voluto dallo Sherwood in collaborazione con Rastasnob dal 2 al 4 agosto. Tutti gli appassionati della musica reggae potranno assistere alle esibizioni dal vivo di artisti di fama nazionale e mondiale come Busy Signal, Sud Sound System, Morgan Heritage e Mellow Mood ma anche di band e sound system dal Veneto. Prevista un’area attrezzata per il campeggio. Il Festival che porterà con sé anche i classici stand di ristorazione, darà spazio anche ai Dj set, all’arte e alla presentazione di libri. Lo Sherwood sarà concentrato nella zona del pattinodromo, dove saranno installati i due palchi e gli stand. Il parco di San Giuliano sarà chiuso solo durante i concerti a pagamento e non in modo massiccio come con l’Heineken. «Il nostro è un festival indipendente», spiegano gli organizzatori, «che non riceve finanziamenti pubblici e che non ha sponsor. La manifestazione dovrà autosostenersi come quella di Padova anche grazie al volontariato. Chi volesse darci una mano può scrivere a venicefestival@sherwood.it».

Nessun commento: