giovedì 14 giugno 2012

Auto, uno specchietto contro il «punto cieco»

Interessante articolo dal Corriere.it:
 "La ricerca è del 2008, ma, da poco esiste il brevetto, premessa di una futura commercializzazione. L'oggetto dello studio permetterebbe di risolvere uno dei problemi più sentiti dagli automobilisti, quello della limitata visione degli specchietti laterali. Un nuovo specchietto retrovisore laterale potrebbe infatti eliminare il fastidioso «punto cieco», la zona che il guidatore non riesce a vedere alle sue spalle.
L'INVENZIONE - Lo specchietto, leggermente curvo, ha infatti un campo visivo di 45 gradi, a differenza dei normali specchietti in cui il campo è di 15 -17 gradi. Lo ha realizzato Andrew Hicks, matematico del Drexel's College of Arts and Sciences negli Stati Uniti: tramite un algoritmo Hicks ha calcolato il modo di creare uno specchio curvo riducendo al minimo la distorsione. Come in una sfera da discoteca, la superficie sferica offre una maggiore possibilità di osservare gli oggetti alle proprie spalle» ha spiegato Hicks, che ha descritto la sua invenzione sulla rivista Optics Letters e che ha recentemente registrato il brevetto. «Tuttavia, una curvatura leggera non si traduce in una distorsione dell'immagine».
 LE ALTERNATIVE - In attesa che il nuovo tipo di specchio retrovisore diventi realtà, l'industria automobilistica ha da tempo affrontato il problema. Già diversi anni fa la Volvo poi seguita da diverse altre case automobilistiche ha introdotto il Blis (la sigla sta per Blind Spot Information System) un sistema elettronico che avverte il guidatore che sta cambiando corsia che potrebbe entrare in potenziale contatto con un veicolo «invisibile» in quanto situato nel suo angolo «cieco».
Link originale:
http://www.drexel.edu/now/news-media/releases/archive/2012/June/Drivers-Side-Mirror-With-No-Blind-Spot-Receives-US-Patent/

Nessun commento: