martedì 14 agosto 2012

Italiani, peggiori automobilisti d’Europa

Gli automobilisti italiani sono giudicati come i peggiori d’Europa. Ad affermarlo è un sondaggio condotto via Internet dal sito Zoover, specializzato in viaggi e pubblicato dal settimanale francese Auto Plus. L’indagine si è svolta mediante un questionario a cui gli internauti visitatori del sito in questione hanno potuto rispondere. L’interrogativo posto chiedeva di indicare quale fosse ritenuto il conducente peggiore tra quelli delle diverse nazionalità.
 AMPIAMENTE “PRIMI” - All’iniziativa hanno risposto in 30 mila e l’esito è stato categorico nei confronti degli automobilisti italiani: il 23,7% delle risposte ha indicato gli italiani come i peggiori automobilisti; seguono i greci (15,6%), i polacchi (14%), i tedeschi (7,9%), i francesi (7,7%) poi gli olandesi (5,6%) e gli spagnoli (5%), giù giù fino ai conducenti più stimati: i finlandesi, che sono stati giudicati male soltanto dall’1,5% degli internauti che hanno aderito all’indagine. 
 METODI DEMOSCOPICI - Un quesito posto in un sito che si visita con finalità completamente diverse dalla materia del quesito stesso, senza selezione di chi risponde, evidentemente non è il massimo della scientificità per un sondaggio demoscopico, ma tant’è. Ce n’è a sufficienza per etichettare gli italiani di peggiori automobilisti d’Europa.

2 commenti:

D'oh ha detto...

Noi i peggiori? Coi belgi che vanno come le pecore, i francesi che vanno come dei pazzi, gli svizzeri che si cagano talmente sotto da intralciare perennemente il traffico, gli inglesi che guidano come ubriaconi cronici, i tedeschi e gli olandesi che non si riesce a capire cosa ci fanno sulla strada? Come osano tutti questi caproni affermare che noi siamo i peggiori? L'unico record che abbiamo è quello della nostra inciviltà cronica; per il resto, in confronto a tutta 'sta gentaglia, siamo come Schumacher quando vinceva i campionati!

stefitiz ha detto...

ahhahhahahahaah, mi hai fatto proprio sorridere per il commento, molto spiritoso...grazie per la visita