domenica 12 agosto 2012

Le gomme termiche hanno convinto


Chiusa da tempo la stagione fredda si tirano le somme ed è risultato che sono state vendute una decina di milioni di gomme termiche contro i 6,5 milioni dell’anno scorso. Assogomma ha proposto dei test per mostrare la sicurezza di questo prodotto. Due Fiat Freemont si sono sfidate nella prova di frenata, a velocità di 45 km/h su una strada innevata, per vedere gli spazi d’arresto. La prima era equipaggiata con gomme termiche, l’altra con gomme estive e catene sulle ruote motrici. Naturalmente il confronto ha visto prevalere le prime, sia come confort (niente vibrazioni tipiche delle catene) che come risultati, con spazi d’arresto inferiori del 50%. Oltretutto con le termiche non c’è il limite di 50 km/h obbligatorio con catene montate secondo il nostro codice. In frenata sono ancora più evidenti i divari nelle discese, anche minime. Nel test con pendenze del 4-5 % con tre Alfa Romeo Giulietta, quelle con gomme invernali si fermano in uno spazio inferiore del 60% (12 metri contro 31) rispetto alle catenate . Con gomme estive nude ci si ferma addirittura a 63 metri.
Anche se si è muniti di un’auto 4 x 4 su strade innevate, si può far poco senza le termiche, specie se si deve ripartire da fermi con pendenze del 30%, cosa praticamente impossibile con gomme estive. Frenando in discesa, sempre con traz. Integrale, con gomme termiche ci si ferma, mentre con le estive no, meglio con gomme invernali anche se usurate al 50%.

1 commento:

Sandra M. ha detto...

Un amico non le toglie mai, nemmeno d'estate. Noi le cambiamo...chissà cosa è meglio....