domenica 21 ottobre 2012

Oscuri segreti

Seguo da un pò di anni il filone scandinavo di autori di polizieschi, noir ecc. e questo libro, scritto a quattro mai, è stato una gradita sorpresa. Il protagonista, personaggio complicato da vicende personali tragiche, a volte antipatico al limite della stronzaggine, ma con un acume che lo aiuta a vedere le cose da molteplici punti di vista. Un poliziesco ricco di colpi di scena, di colpevoli sospetti che si defilano uno alla volta, fino al colpo di scena, o meglio ai colpi di scena finali. Ottimo.
 "Oscuri segreti", romanzo di Hans Rosenfeldt e Michael Hjorth edito da Einaudi tratta di un omicidio che sembra seguire un macabro rituale. Una piccola, agguerrita squadra di investigatori a caccia dell'assassino. Uno psicologo, Sebastian Bergman, un uomo alla deriva specializzato in serial killer, che torna sui luoghi della sua infanzia e si rende ben presto conto che per scoprire il colpevole dovrà fare i conti prima di tutto con il suo passato.

Nessun commento: