lunedì 19 agosto 2013

Milano ripresa dalla guglia più alta del Duomo con un drone

Il drone, che ha effettuato il volo e le riprese, si chiama Dronecapture e si occupa di fotografia e ripresa cinematografica aerea. Il velivolo Apr (a pilotaggio remoto) utilizzato per raggiungere la quota di 108 metri, quella della massima guglia del Duomo, è un Drone ottokopter con 8 motori, con un'autonomia di 18 minuti per un raggio d'azione di 1.000 metri. La console di guida ha due monitor su cui arrivano i segnali video della camera operatore e della camera di navigazione, su cui è sovraimpressa la telemetria dei dati di volo: velocità, velocità di ascensione, altitudine e bussola. La camera da presa, guidata in maniera indipendente dall'operatore camera, ha una mobilità su tre assi, ognuno con giroscopio dedicato e viene gestita attraverso un telecomando sul quale sono disponibili i controlli: fuoco, diaframma, zoom. Operatore drone: Gianluca Albertari. Operatore camera: Fabrizio Pastorino. Per scattare è stata chiusa al pubblico l'area dietro al Duomo, con l'aiuto della polizia locale. Un lavoro di circa due ore, con due voli di 10 minuti l'uno.


 

Nessun commento: