domenica 10 novembre 2013

Piccole inciviltà quotidiane

Prende il via dalla Liguria una nuova campagna promossa da Trenitalia per sensibilizzare i cittadini a un uso più consapevole e responsabile del treno. L’iniziativa, dal titolo “Piccole inciviltà quotidiane”, si inserisce nella campagna “Operazione treni puliti”, avviata nel 2012, che ha reso percepibile l’impegno di Trenitalia sul fronte della pulizia dei convogli, mostrando la complessità e meticolosità degli interventi e dei processi industriali che ne sono il presupposto. Con “Piccole inciviltà quotidiane” Trenitalia punta a evidenziare come una serie di comportamenti e di cattive abitudini, apparentemente insignificanti, possano creare disagi, molestie e un diffuso senso di trascuratezza nei confronti di un bene condiviso e, proprio come tale, da rispettare. 

Così i piedi appoggiati sui sedili, i rifiuti e le carte abbandonate, i chewing gum gettati a terra sono diventati oggetto di attenzione, con immagini e “slogan” coniati ad hoc per far comprendere come l’osservanza di alcune semplici norme di educazione siano presupposto per un viaggio più confortevole. A sostegno dell’iniziativa, la Direzione Regionale Liguria ha realizzato, in collaborazione con l’associazione IREARTE di Genova, anche una mostra-evento esposta nelle principali stazioni liguri. A stimolare la riflessione sui temi della campagna sarà quindi anche il linguaggio evocativo delle rappresentazioni ed installazioni artistiche. Le opere sono state progettate dall’artista Mauro Martini, dell’associazione IREARTE che promuove e sviluppa attività culturali in campo artistico e letterario. La mostra itinerante è visitabile nelle stazioni di Genova Brignole e Savona fino al 9 novembre. Nel mese di novembre farà tappa anche a Sestri Levante e Imperia Porto Maurizio, dall’11 al 13, La Spezia e Ventimiglia dal 14 al 16, Sanremo il 16, Rapallo il 18 e ad Albenga il 18 e 19. Alla mostra itinerante sarà presente personale Trenitalia, dalle 7.00 alle 18.00, per fornire informazioni nonché raccogliere eventuali segnalazioni.

Nessun commento: