domenica 1 dicembre 2013

Belgio, eutanasia ai minori

Primo ok del Belgio all'estensione dell'eutanasia ai minori. Le commissioni competenti del Senato hanno adottato a larghissima maggioranza il testo di legge che la estende a quei bambini di cui uno psicologo avrà riconosciuto la ''capacità di discernimento''. La proposta di legge deve ora essere esaminata in plenaria. Secondo il testo adottato per 13 voti a favore contro 4 contrari, potrà essere praticata l'eutanasia a quei minori che si trovano di fronte a ''sofferenze fisiche insopportabili e inguaribili, in fase terminale'', se richiesta da loro stessi e ''con l'accordo dei genitori''. Uno psicologo dovrà certificare la ''capacità di giudizio'' dei ragazzini. A votare a favore nelle commissioni Affari sociali e Giustizia del Senato belga, tutte le forze politiche belghe ad accezione dei cristianodemocratici francofoni e fiamminghi (ChH e CD&V) e del partito di estrema destra fiammingo Vlaams Belang. Ora il testo dovrà passare in plenaria. Ma in italia commentando il testo di legge belga, il vicepresidente del Consiglio nazionale psicologi, afferma che lo psicologo ''non può essere l'unica figura cui demandare una scelta così gravosa''. "Si è di fronte ad una materia complessa che deve essere affrontata con cautela, attenzione, consapevoli - ha rilevato Telesca - che le problematiche vanno analizzate caso per caso''. ''Va comunque chiarito - afferma il vicepresidente del Consiglio nazionale degli psicologi - che lo psicologo non può essere la sola figura cui demandare l'onere di una scelta così gravosa; come in altre situazioni, lo psicologo può contribuire, per la parte di sua competenza, al completare la conoscenza ed il quadro complessivo della condizione del singolo soggetto''. 

Nessun commento: