lunedì 6 gennaio 2014

L'occhio, uno specchio nero

Una ricerca dell'università di Glasgow, riportata dal quotidiano Daily Mail, afferma che grazie alle immagini riflesse negli occhi delle vittime fotografate dai loro carnefici sarà possibile risalire ai volti e quindi alle identità di pedofili, stupratori e degli autori di tutti quei crimini in cui la vittima viene fotografata dal suo assalitore. "L'occhio funziona come uno specchio nero" - afferma il coordinatore della ricerca, il dottor Rob Jenkins dell'università di Glasgow - "e gli occhi di chi viene fotografato possono veramente rivelare dove eri e con chi".



Nessun commento: