martedì 21 gennaio 2014

#vogliamogiovannilibero

Il giovane volontario di Palermo è stato sequestrato da un gruppo legato ai Taleban assieme al collega tedesco Bern Muehlenbeck il 19 gennaio del 2012 vicino a Multan, nel nord del Pakistan. Lavoravano entrambi per la ong Wel Hunger Hilfe. Da allora si sono perse le loro tracce. "Abbiamo rispettato per tutto questo tempo il silenzio chiesto dalla Farnesina", spiega Valeria De Marco, "ma adesso lanciamo una campagna per ricordare il suo caso e chiedere la liberazione". Da tutto il mondo l'appello su cartelli mostrati da centinaia di uomini e donne. La madre ha avuto un crollo psicologico ma continua a sperare. La raccolta delle firme consegnate a Napolitano e Letta. Una lettera al Papa: "Preghi per mio figlio, Santità"

Nessun commento: