giovedì 6 febbraio 2014

Andora

Grazie al via libera della Procura della Repubblica di Savona arrivato ierri  mattina, Rete Ferroviaria Italiana ha avviato le attività propedeutiche alla rimozione del locomotore e della carrozze del treno IC 660 investito venerdì 17 gennaio da una frana proveniente da terreni non di proprietà del Gruppo FS.
Le attività per le quali è stata concessa l’autorizzazione consistono in: rilievi topografici, constatazione dello stato dei terreni e dei fabbricati, cantierizzazione e posizionamento delle macchine operatrici e avvio delle attività per il posizionamento della rete chiodata per una prima stabilizzazione del fronte franato.
Questa mattina RFI ha incontrato i proprietari dei terreni e dei fabbricati per verificarne lo stato dopo l'emissione dell'ordinanza del Sindaco di Andora che consente ad RFI di occupare le aree di proprietà di privati per ragioni di pubblica utilità.

Nessun commento: