martedì 22 aprile 2014

Tablet si, lego no

I bambini della 'generazione smartphone' sanno usare il tablet prima ancora di parlare, ma di fronte alle 'vecchie' costruzioni non sanno cosa fare. L'allarme arriva dalla Association of Teachers and Lecturers in Gran Bretagna, secondo cui l'abitudine all'uso del computer così piccoli ha effetti anche sulla concentrazione e sulla capacita di socializzare dei bimbi.

Durante il congresso dell'associazione a Manchester sono stati raccolti diversi esempi di effetti deleteri dell'uso del computer. ''Ho parlato con diverse maestre di scuola materna - spiega Colin Kinney, uno degli insegnanti dell'associazione, al Guardian - e sono preoccupate per il numero sempre più alto di bambini che sanno come far scorrere uno schermo ma hanno poche, se non nessuna, abilità manipolative con le costruzioni, o non sono in grado di socializzare con gli altri, ma i cui genitori parlano con orgoglio di come sanno maneggiare smartphone e tablet''.

Secondo l'associazione sarebbero necessari studi sugli effetti dei gadget elettronici su bambini così piccoli. ''Gli insegnanti parlano a bambini che sono arrivati nelle loro classi dopo aver passato parte della notte a giocare con il computer - afferma Kinney -. La loro attenzione è così limitata che potrebbero tranquillamente non stare in classe''. La principale associazione di pediatri britannici ha già emanato delle linee guida in cui si sconsiglia l'esposizione a smartphone, tablet, ma anche alla tv sotto i due anni, e si consiglia di limitarla a un'ora al giorno nei bimbi più grandi. (ansa.it)

Nessun commento: