sabato 17 maggio 2014

Esposizione a fumi e solventi

 Il cervello non recupera mai pienamente dopo l'esposizione a vernici, colla o fumi sgrassanti. A rivelarlo, un nuovo studio condotto da Erika L. Sabbath e colleghi dell'Harvard School of Public Health di Boston e pubblicato sulla rivistaNeurology, giornale dellaAmerican Academy of Neurology. Gli scienziati hanno condotto studi su 2143 pensionati di età media di 66 anni che, per motivi di lavoro, erano stati esposti a vernici, colle e fumi sgrassanti. 

''Le nostre scoperte - ha commentato Sabbath - sono particolarmente importanti perché l'esposizione a solventi é molto comune, anche in paesi industrializzati come gli Stati Uniti. I solventi rappresentano un rischio reale per il presente e il futuro della salute cognitiva dei lavoratori''. 

I ricercatori hanno valutato la durata dell'esposizione dei lavoratori ai solventi clorurati, ai solventi derivati a a dal petrolio e al benzene. I risultati di test cognitivi hanno mostrato che i lavoratori con alta e recente esposizione a solventi erano a maggior rischio per deficit di memoria e ragionamento. Per esempio, quelli con alta e recente esposizione a solventi clorurati avevano il 65 per cento di probabilità in piu' di avere punteggi bassi nei test di memoria e di attenzione visiva. In generale, il 59 per cento del campione aveva deficit in 3 su otto prove, il 23 per ceno in 4-5 e solo il 18 per cento non aveva punteggi più bassi della norma.

(Repubblica.it)

Nessun commento: