martedì 12 agosto 2014

Cina, in chat solo col proprio nome

In Cina si può chattare solo col proprio nome e cognome. Il governo cinese ha infatti diffuso un nuovo regolamento sui servizi di instant messaging, come WeChat e WhatsApp, per creare "un ambiente più pulito nel cyberspazio".
    La mossa, però, viene vista da molti come l'ennesimo tentativo di controllo sulle comunicazioni nel paese. I servizi di instant messaging, infatti, negli ultimi tempi sono diventati il mezzo preferito per messaggi anti governativi o di convocazioni a manifestazioni.Con il nuovo regolamento, tutti coloro che usano i servizi devono registrarsi con i loro nomi veri e rispettare le leggi e i regolamenti, "il sistema socialista, gli interessi nazionali, i diritti e gli interessi legittimi dei cittadini, l'ordine pubblico, la moralità sociale ed assicurare l'autenticità delle informazioni condivise". I fornitori dei servizi sono responsabili per i contenuti e soggetti alla supervisione pubblica.(ANSA).

Nessun commento: