sabato 6 dicembre 2014

BMW MINI CitySurfer

Si chiama CitySurfer ed è l'idea della Mini per lo scooter elettrico del futuro, ossia piccolo e pieghevole che si può riporre nel bagagliaio. Pensato per rendere più flessibile la mobilità individuale il BMW MINI CitySurfer Concept pesa solo 18 kg, si ricarica dall'auto o da casa e combina, nello stile del marchio, l'agilità di guida dello scooter elettrico con elementi di design fortemente personali. Il BMW MINI CitySurfer Concept è adatto all'utilizzo su brevi distanze oppure come veicolo di supporto ad altri mezzi di trasporto, come l'auto, il treno o l'autobus. Il minimo ingombro permette di spostarsi in modo agevole anche nelle zone della città non raggiungibili con veicoli a motore, caratteristica che lo rende ideale, ad esempio, per coprire la distanza tra parcheggio, stazione dell'autobus o ferroviaria e il luogo di destinazione. E' alimentato da batteria agli ioni di litio montata nel telaio che si può ricaricare attraverso un collegamento a 12 Volt dell'automobile o una presa di corrente di casa, ma si ricarica anche durante la guida utilizzando un sistema di recupero dell'energia di frenata. L'autonomia del CitySurfer Concept varia da 15 a 25 km, secondo il peso del guidatore e l'uso che si fa del veicolo. La sua architettura 'a monopattino' lo rendono utilizzabile in qualsiasi modo o momento, anche con la sola forza muscolare, indipendentemente dal motore elettrico supplementare e senza fenomeni di resistenza al rotolamento derivanti dal motore. Versatile e agile il CitySurfer è sicuro grazie alle grandi ruote con pneumatici dedicati, alla pedana bassa, al telaio stabile e al manubrio regolabile in altezza. Ha inoltre tre sistemi frenanti indipendenti con freni a disco idraulici sulleruote anteriore e posteriore, freno con recupero di energia con funzione di generatore del motore elettrico e ottima visibilità in tutte le direzioni per la posizione eretta del guidatore.(Repubblica.it)

 

Nessun commento: