mercoledì 7 gennaio 2015

City Safety

Nell’ambito di un’iniziativa nel settore automobilistico, Volvo Cars, in collaborazione con POC – noto produttore svedese di attrezzature sportive protettive – e con Ericsson, presenterà all’International CES di Las Vegas in programma a gennaio 2015 un’innovativa tecnologia di sicurezza in grado di mettere in comunicazione gli automobilisti e i ciclisti. La tecnologia consiste in un dispositivo in grado di stabilire una comunicazione bidirezionale fra auto e ciclista e di emettere avvisi di prossimità ai conducenti di una Volvo e ai ciclisti, evitando così gli incidenti. L’aumento globale dell’utilizzo della bicicletta non accenna ad arrestarsi (nel 2013 stando ai dati di NPD Group sono stati venduti 132,3 milioni di biciclette nel mondo) e sono sempre di più i pendolari che imparano ad apprezzare questo mezzo di locomozione. Ciò ha determinato un incremento degli incidenti gravi in cui sono coinvolti ciclisti, un fenomeno inaccettabile e la cui soluzione necessita di uno sforzo innovativo e concertato. City Safety è una tecnologia in grado di rilevare le collisioni potenziali, segnalare il pericolo e attivare la frenata automatica per evitare l’impatto con i ciclisti; è forse il primo tentativo del settore di affrontare seriamente il problema della sicurezza di chi va in bicicletta. Utilizzando un’ app per smartphone dedicata a chi va in bicicletta, come Strava, la posizione del ciclista può essere condivisa con l’automobile – e viceversa – sfruttando il cloud di Volvo. Se viene calcolata la possibilità di una collisione imminente, entrambi gli utenti della strada verranno avvertiti, così da essere messi in condizione di compiere le azioni necessarie per evitare un potenziale incidente. Il conducente dell’auto verrà avvisato della presenza di un ciclista nei pressi tramite un segnale visualizzato sul display ad altezza occhi – anche se il ciclista si trova in un punto cieco, ad esempio dietro una curva o dietro un altro veicolo, o se è scarsamente visibile, quando è buio. Il ciclista verrà a sua volta avvisato per mezzo dell’accensione di una spia luminosa montata sul casco. Il prototipo è il risultato di una collaborazione interamente svedese fra Volvo Cars, POC e Ericsson. Il dispositivo di sicurezza basato sul cloud potrebbe offrire interessanti opportunità di sviluppo e contribuire a salvare vite umane nei diversi gruppi di utenti della strada privi di protezione. 

(Fonte:  macitynet.it)

Nessun commento: