domenica 28 giugno 2015

Non dar lingua ai tuoi pensieri

Non dar lingua ai tuoi pensieri, e i pensieri aspetta di averli ben ponderati prima di convertirli in azioni. Sii affabile, ma non volgare; agli amici provati tieniti unito con vincoli d’acciaio, ma non farti venire il callo alla destra stringendo tutte le mani che incontri. Guardati dal cacciarti in risse: ma se proprio ti ci trovi, che il tuo avversario ne esca augurandosi di non incontrarti più. Ascolta tutte le opinioni, ma sii riservato nei tuoi giudizi. Elegante il vestire in proporzione ai mezzi, ma senza sfoggio; ricco, non stravagante; perché l’abito rivela l’uomo. Non chiedere né dare a prestito perché chi presta perde quasi sempre il denaro e l’amico, e il far debiti riduce il senso della parsimonia. E questo soprattutto: sii sincero con te stesso; e ne seguirà, come la notte segue il giorno, che non potrai essere falso con gli altri.
William Shakespeare, Amleto

domenica 21 giugno 2015

GrillAdvisor

Sagre, feste paesane, raduni, concerti e manifestazioni delle tue zone in un innovativo cercaeventi su mappa, semplice e intuitivo, ideato e creato dalla DOLiWOOD

http://www.doliwood.com/grill-advisor.php

sabato 20 giugno 2015

Le Strade Ferrate del Gusto

Parte la nuova iniziativa della Fondazione FS Italiane “Le Strade Ferrate del Gusto”: una serie di eventi speciali, da nord a sud del Belpaese, con itinerari che coniugano il fascino di un viaggio nel tempo a bordo di carrozze d’epoca, volutamente lento per apprezzare i suggestivi paesaggi attraversati, con manifestazioni e degustazioni di prodotti enogastronomici tipici dei luoghi dove il treno arriverà.
Sette viaggi, organizzati in occasione dell’Expo di Milano 2015, che si aggiungono al programma di treni storici già promossi dalla Fondazione FS.
La prima tappa sulle strade ferrate del gusto parte domenica 21 giugno, da Palermo Centrale, con destinazione Marsala.
“Il treno del vino”, così è stato battezzato l’evento, prevede un'inedita visita alle storiche Cantine Florio, a Marsala, con una particolare e ricca degustazione di prodotti tipici locali accompagnata dai vini della rinomata Cantina siciliana e seguita dallo spettacolo “In vino veritas” che racconta il vino celebrato in letteratura, poesia e musica.
I partecipanti potranno vivere l’esperienza unica di un’affascinante viaggio sulle “Centoporte”, carrozze degli anni ‘30 così chiamate per la presenza sulle fiancate delle vetture di numerosi sportelli di accesso, trainate da locomotiva diesel d’epoca.



Gli appuntamenti:
  • 21 giugno 2015 - “Il treno del vino”
    Da Palermo Centrale a Marsala, con un'inedita visita alle storiche Cantine Florio* a Marsala, con una particolare e ricca degustazione di prodotti tipici locali accompagnata dai vini delle rinomata Cantina siciliana e seguita dallo spettacolo “In vino veritas”, con storie di osti, vini e commensali che racconta il vino attraverso la letteratura, la poesia e la musica.
  • 28 giugno 2015 -“Il treno delle cipolle”
    Da Sulmona ad Isernia, per partecipare all’antichissima Fiera delle Cipolle nel cuore del Molise.
  • 20 settembre 2015 - “Il treno del formaggio”
  • Da Torino Porta Nuova a Bra, con un itinerario alla scoperta delle varie forme del latte.
  • 27 settembre 2015 - “Il treno del cioccolato”
    Da Catania a Siracusa e Modica, con un percorso tra il barocco e il cioccolato modicano.
  • 4 ottobre 2015 - “Il treno della toma e delle miacce”
    Da Milano Centrale a Varallo Sesia , lungo un itinerario tra i sapori dei prodotti tipici valsesiani.
  • 18 ottobre 2015 - “Il treno delle castagne”
    Da Taranto a Potenza e Melfi, con un viaggio tra Puglia e Basilicata alla scoperta della Varola.
  • 25 ottobre 2015 - "Il treno del sale e del pesce"
    Da Cagliari a Carbonia, alla scoperta degli itinerari del pesce a Sant'Atioco.

venerdì 19 giugno 2015

iPhone Photography Awards

L'ottava edizione dell'iPhone Photography Awards ha premiato gli scatti più originali, realizzati con dispositivi Apple, da tutto il mondo. Ad aggiudicarsi il primo premio è Michal Koralewski (Polonia), secondo David Craik (Gran Bretagna), terza Yvonne Lu (Stati Uniti). Lo scatto vincitore del concorso si intitola ''Sounds of the old town'' e ritrae un anziano con fisarmonica, fotografato con un iPhone 5 (fotocamera COVR). ''Cafe Birds'' è la foto di Craik: un'immagine scattata con il mini iPad in un bar del Dorset, un villaggio di pescatori nel sud dell'Inghilterra. Al terzo posto ''Before Sunset'', ritratto di coppia durante un viaggio in treno sul fiume Hudson. Animali, persone, viaggi, architettura, cibo, panorama e paesaggi sono alcune delle 19 categorie che hanno visto sfidarsi le immagini più interessanti. Il telefonino ha il suo fascino, ha spiegato il vincitore del IPPAwards al Time, sostenendo l'importanza di concentrarsi sul soggetto mentre si punta l'obiettivo. Senza dimenticare il fronte ''social'', che secondo Yvonne Lu, rappresenta uno dei punti di forza della fotografia oggi. ''Non lasciate il telefonino nella borsa e portatelo sempre con voi'', consiglia Yvonne, sempre pronta a condividere lo scatto sul web
http://www.repubblica.it/tecnologia/2015/06/15/foto/iphone_photography_awards_i_vincitori-116908689/1/?ref=search#1

mercoledì 17 giugno 2015

Amici e amicizie

Quelli che abitualmente finiamo per considerare amici e amicizie in effetti sono soltanto conoscenze e buoni rapporti annodati per qualche circostanza o beneficio: sono questi che hanno collegato anime diverse. Nella vera amicizia, quella che intendo io, le anime si mescolano, si intrecciano, si confondono l’una con l’altra in un legame così stretto da annullare e far dimenticare la connessione che le ha unite. Se qualcuno volesse farmi dire perchè volevo bene a un amico, sento che potrei solo rispondere: perchè era lui, perchè ero io.
Michel de Montaigne

sabato 13 giugno 2015

iltuodiabete.it

​Uno chef che mostra ai pazienti diabetici come preparare piatti gustosi e bilanciati, sportivi che insieme a tante altre persone raccontano come vivono nonostante la malattia.  
Sono i nuovi spazi del sito www.iltuodiabete.it, una piattaforma certificata sulla quale raccontare e condividere storie ed esperienze, che da quest'anno si arricchisce con le nuove sezioni video ricette e interviste. Se da un lato la rete consente l'accesso a un serbatoio pressoché illimitato di notizie, dall'altro la cosiddetta diagnosi online espone gli utenti al rischio di incorrere in informazioni scorrette, non aggiornate, parziali ed inaffidabili. Per far fronte a questa diffusa necessità DOC Generici sostiene da oltre un anno il sito che offre ai pazienti diabetici uno spazio a loro dedicato dove esprimersi e confrontarsi con il contributo scientifico di Amd (Associazione medici diabetologi) e Simg (Società italiana di medicina generale). 



venerdì 12 giugno 2015

Riserve di Biosfera

Il Consiglio di coordinamento internazionale del programma Mab (Man and Biosphere) dell'Unesco ha approvato all'unanimità,  a Parigi, l'iscrizione di tre nuovi siti naturalisti italiani nella Lista delle Riserve di Biosfera considerate uniche al mondo. Sono il Delta del Po, delle Alpi di Ledro e Judiciaria, dell'Appennino Tosco-Emiliano. Salgono così a 13 le riserve italiane iscritte. ''E' la prima volta che l'Italia riesce ad iscrivere tre siti tutti insieme'' sottolinea il curatore dei dossier, Pier Luigi Petrillo.

Per il governo ha espresso soddisfazione e ha ringraziato l'ambasciatrice italiana presso l'Unesco Vincenza Lomonaco. ''In tutti questi tre casi", precisa il prof. Petrillo, che ha negoziato per l'Italia le tre candidature, "l'Unesco ha evidenziato come sia possibile assicurare lo sviluppo economico di un territorio nel rispetto dell'ambiente e del suo ecosistema, puntando su pratiche agricole tradizionali e su produzioni tipiche come il Parmigiano Reggiano nell'Appennino Tosco-Emiliano". Peraltro, osserva ancora il giurista, "sono paesaggi rurali di eccellenza, ognuno con la sua specificità, e il fatto che l'Unesco li abbia riconosciuti tali conferma come l'Italia sia una culla di biodiversità". Il Programma Mab dell'Unesco è nato nel 1971 per valorizzare delle aree protette dal punto di vista ambientale in cui l'attività umana sia presente. La lista delle riserve di biosfera include, quindi, gli esempi migliori di sviluppo economico di un territorio rispettoso dell'ambiente, dell'ecosistema e della biodiversità.

Queste le new entry nella Lista Unesco delle Riserve di Biosfera considerate uniche al mondo.

- DELTA DEL PO Si tratta di un territorio tra il Veneto e l'Emilia-Romagna, di circa 140mila ettari, con una popolazione di 120mila abitanti. "Il paesaggio del Delta del Po rappresenta una identità unica e un patrimonio estremamente significativo di biodiversità" si legge nella motivazione data dal Consiglio intergovernativo dell'Unesco.

- ALPI DI LEDRO E JUDICIARIA Sito compreso tra le Dolomiti, il Lgao di Ledro, il Lago di Carera e il Lago di Garda, di circa 47500 ettari, comprendente diversi habitat e culture tradizionale, con una popolazione di circa 15800 abitanti. Qui l'agricoltura è la principale fonte di reddito; specialmente la viticoltura, l'olivicoltura, la coltura di frutta e verdura tradizionale.

- APPENNINO TOSCO-EMILIANO Frontiera climatica euro-mediterranea, il territorio è compreso tra la Regione Toscana e l'Emilia-Romagna: si sviluppa per oltre 223mila ettari e conta 1300 abitanti. L'Unesco evidenzia come questo sito sia unico per aver sviluppato, all'interno di aree protette dal punto di vista ambientale, un turismo enogastronomico basato su prodotti tipici e tradizionali. (ansa.it)

giovedì 11 giugno 2015

Ricarica wireless

Grazie ad una ricerca portata avanti nell’University of Washington, il Wi-Fi potrebbe diventare ancora più pratico, permettendo di ricaricare i dispositivi connessi fino a otto metri e mezzo di distanza; il tutto basandosi su due tecnologie relativamente semplici.
Per ricaricare le batterie a distanza tramite Wi-Fi basterebbe infatti un normale router, modificato solo sul lato software, e un particolare tipo di ricevente, capace di convertire le radio frequenze (RF) in corrente continua.
Secondo i ricercatori questa soluzione sarebbe ideale poiché permetterebbe di sfruttare l’attuale hardware per sfruttare al massimo l’energia trasmessa dai router, senza interferire troppo con lo scambio di dati e quindi l’accesso ad internet.
Questa tecnologia per la ricarica wireless a distanza sarebbe già funzionante, tanto più che la sperimentazione si sta tenendo in alcune abitazioni di Seattle, sfruttando dei comuni router (Asus RT-AC68U) con opportuno firmware, mentre al momento il più grande limite sarebbe quello imposto dalla FCC.
Infatti al momento il limite di potenza emessa dai dispositivi wireless come i router è imposto ad 1 watt, sufficiente ad alimentare soltanto dispositivi dall’assorbimento minimo.
Tuttavia l’interessante studio dimostra come sia possibile sfruttare una tecnologia comune per ottenere qualcosa di innovativo e se il particolare protocollo sarà considerato sicuro non è da escludere che la prossima generazione di smartphone ed affini sarà in grado di ricaricarsi (più o meno lentamente) anche attraverso la connessione Wi-Fi. (smartworld.it)

lunedì 8 giugno 2015

iRiparo

Riparazione e assistenza su iPhone, iPad, tablet, smartphone, senza dimenticare pellicole, custodie, accessori e presto anche il nuovissimo Apple Watch: da iRiparo, nuovo partner di Italiamac, è possibile trovare un’assistenza a 360 gradi a prezzi convenienti e competitivi. Oltre al sito iRiparo.com una rete di negozi in franchising permette a chiunque di trovare un punto vendita del gruppo nelle principali città italiane.


domenica 7 giugno 2015

Io credo...

Io credo che la fotografia sia non la verità ma UNA verità, quella della persona che ritaglia una porzione di realtà posando gli occhi su un oggetto, in un determinato momento, in una data situazione e decidendo di fermarla, quella …
la SUA verità.
Ed è quello che mi incuriosisce: osservare come ogni ognuno presenta la propria porzione di realtà, come vede il mondo, come lo ritaglia in una foto.
Ed è quello di cui ho bisogno poi anche io…
fermare una verità, una realtà,
quello che i miei occhi vedono,
quello che cattura la mia attenzione, la mia sensibilità.
Anna Pianura, fotografia umanista

sabato 6 giugno 2015

Alzheimer legato al gruppo sanguigno

Notizie positive arrivano dal Lido per lo studio delle malattie cognitive, in particolare dell’Alzheimer. Uno studio, condotto su volontari sani dai ricercatori dell’ospedale San Camillo e del Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Sheffield, ha evidenziato come il gruppo sanguigno possa influire sullo sviluppo del sistema nervoso centrale e sul rischio di declino cognitivo. Secondo lo studio, le persone con gruppo sanguigno 0 hanno più sostanza grigia di chi appartiene al gruppo A, B o AB. A queste conclusioni sono arrivati Matteo De Marco e Annalena Venneri dell’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico dell’ospedale San Camillo del Lido di Venezia e del Dipartimento inglese. Nello studio statistico su 189 volontari adulti sani i due ricercatori hanno calcolato i volumi di sostanza grigia dell’encefalo e i soggetti con gruppo sanguigno 0 hanno rivelato una quantità maggiore di sostanza grigia nella zona posteriore ventrale del cervelletto. Inoltre i soggetti con gruppo sanguigno A, B o AB risultano avere volumi inferiori di sostanza grigia nelle regioni temporali e limbiche, tra cui l’ippocampo sinistro, una delle prime regioni del cervello a soffrire dei danni della malattia di Alzheimer. «Lo studio», spiega la professoressa Annalena Venneri, «sembra suggerire che le persone con gruppo sanguigno 0 siano più protette contro le malattie nelle quali si osserva la perdita di volume cerebrale, come accade ad esempio nella malattia di Alzheimer. Molto probabilmente il gruppo sanguigno influisce sullo sviluppo del sistema nervoso centrale. Ora dobbiamo capire perché e come questo accade». La ricerca è stata appena pubblicata sulla rivista Brain Research Bulletin.

mercoledì 3 giugno 2015

Venezia, Vogalonga e grandi navi (time lapse)

Un video in time-lapse realizzato dal fotografo veneziano Manuel Vecchina mostra quello che è accaduto, evidenziando (una volta di più in questi anni di dibattito senza soluzioni alternative) incredibile sproporzione tra le navi dirette in Marittima, la città di Venezia e le sue imbarcazioni
tradizionali.

lunedì 1 giugno 2015

Aria

Aria è il nome di un interessante modulo che potrebbe rendere l’esperienza di utilizzo degli smartwatch decisamente più accattivante grazie ad un comodo sistema di gesture. Compatibile con gli smartwatch Android Wear o Pebble Time, Aria è un piccolo accessorio che permette di gestire il dispositivo in maniera decisamente più smart: è capace, infatti, di calcolare i movimenti compiuti dall’utente e trasformarli in istruzioni per l’orologio intelligente. Purtroppo Aria non è ancora un prodotto pronto alla commercializzazione: i suoi realizzatori sfrutteranno Kickstarter per promuovere il progetto e ricercare i fondi necessari alla sua produzione di massa. Stando a quanto emerso, Aria sarà disponibile in una variante dedicata a Pebble Time (con un costo di 69 dollari per unità) ed in un’altra studiata per gli smartwatch basati su Android Wear (con un costo decisamente maggiore, pari a 169 dollari, avendo in dotazione una batteria, un modulo Bluetooth ed altre componenti). (tuttoandroid.net)