sabato 25 luglio 2015

E1 Camera

Chi sceglie di registrare un video o scattare una foto con un action camera lo fa principalmente per le dimensioni del dispositivo, decisamente compatte, che lo rendono uno strumento perfetto per l’uso in sport d’azione, su droni volanti o in tutte quelle situazioni dove “small is better”. La grande minaturizzazione è data anche dalla presenza di un obiettivo fisso, che ne rende l’uso finale anche più semplice, ma talvolta può risultare un limite. A superarlo ci hanno pensato gli ideatori di E1 camera, una telecamera con il corpo grande quanto quello di una GoPro ma caratterizzata dalla possibilità di cambiare le lenti. Il corpo è in magnesio e monta un sensore micro quattro terzi di Panasonic, ciò significa che gli obiettivi micro quattro terzi di Olympus e Panasonic potrebbero essere potenzialmente compatibili con l’innesto a baionetta della E1. Avere la possibilità di montare lenti simili aumentano, e di molto, la qualità di acquisizione di foto e video, nonché le particolari opportunità di ripresa grazie agli obiettivi grandangolari e fish-eye, senza dimenticare la versatilità degli zoom. La camera è in grado di registrare anche video 4K a 24 FPS, ed è dotata di display LCD, ma può essere controllata anche in remoto attraverso un’app per smartphone. Il CEO della società precisa che non si tratta di una action camera, piuttosto è una telecamera che fonde i vantaggi dati dalle dimensioni di una camera come la GoPro, con quelli di una macchina professionale. E infatti è proprio il settore Pro e semi-Pro che potrebbe beneficiare maggiormente della nuova E1 che, grazie alla sua interessante autonomia di diversi giorni in Standby, può essere agganciata ad impalcature di concerti o a droni volanti, o in tutte quelle situazioni dove peso e dimensioni possono fare la differenza, senza però dover rinunciare alla qualità. Grazie alla campagna lanciata su Kickstarter
sono già stati raccolti i fondi necessari per commercializzare il prodotto (al momento in cui scriviamo sono stati raccolti oltre 220.000 dollari dei 42.000 dollari necessari)
Fonte: macitynet.it

Nessun commento: