domenica 15 novembre 2015

Misurina, la nascita

Tanto tempo fa, Sorapis, era un uomo in carne ed ossa e, Misurina, era sua figlia. Amava tantissimo la sua bambina, avrebbe fatto qualsiasi cosa per lei. Misurina era capricciosa, molto bella, ma pretendeva di avere sempre tutto ciò che desiderava. Aveva sentito raccontare di uno specchio magico, che, guardandolo, si poteva sapere tutto ciò che si voleva sapere.
Chiese a suo padre di andare a cercarglielo, e lui, per accontentarla, partì alla ricerca dello specchio.
Incontrò una fata che gli disse:-"Io posso darti lo specchio, ma in cambio voglio te, diventerai alto come una grossa montagna e, con la tua ombra, mi riparerai dal sole. Facciamo così, dirai a tua figlia che voglio te, in cambio. Se lei rinuncerà sarai salvo, altrimenti si compirà l'incantesimo!".
Il padre accettò, convinto che, Misurina, per quanto capricciosa, avrebbe preferito il suo papà ad uno specchio.
Invece, quando tornò a casa, e riferì le parole della fata, Misurina rispose:-"Si, si, papà, dammi lo specchio...è bello diventare una montagna. Immediatamente Sorapis si trasformò in montagna, e, appena Misurina lo vide, si pentì del suo egoismo. Lo chiamò disperata, ma ormai non c'era più nulla da fare. Cominciò a piangere, tanto pianse che si sciolse completamente e le sue lacrime diventarono un lago, il bel lago azzurro che si chiama Misurina e che si trova ai piedi del monte Sorapis.

Nessun commento: