venerdì 11 marzo 2016

Green Station

Dopo le esperienze delle green stations in Basilicata (Potenza superiore), in Abruzzo (Pescara Centrale) e in Lombardia (Brenna-Alzate) arriva ora anche la prima sperimentazione in Veneto per trasformare gli spazi della stazione di San Stino di Livenza in un centro di educazione ambientale e di promozione del turismo sostenibile. 
Le “green station” rappresentano un pezzo di economia civile che produce valori, come fiducia, capitale sociale, senso civico, solidarietà, assieme a valore economico e nuove opportunitàdal turismoalla mobilità sostenibile rigenerando spazi non utilizzati”.

Il progetto punta a trasformare la stazione in un punto di riferimento per coloro che scelgono di muoversi alla scoperta del territorio. A partire da questo nuovo polo informativo e turistico potranno saranno organizzate anche visite guidate del territorio, in collaborazione con gli operatori presenti sul territorio.
Il centro abitato di S. Stino di Livenza si trova, infatti, all'interno di un territorio ricco di diverse valenze ambientali, storiche e paesaggistiche, oltre ad essere un nodo centrale nel sistema della viabilità stradale, ferroviaria e dei percorsi fluviali, caratteristiche che lo rendono un punto di riferimento ideale negli itinerari dei turisti. La stazione di S. Stino di Livenza è collocata a metà strada tra San Donà di Piave e Portogruaro, lungo la linea ferroviaria Venezia-Trieste, a 2 km dalla SS 14 Venezia-Trieste e dal centro con cui è collegata da una comoda pista ciclabile; a 500 m scorre "la Livenza” che permette di arrivare a Caorle o, risalendola, fino a Sacile e Pordenone. Nelle immediate vicinanze troviamo il bosco “Bandiziol”, i vigneti DOC del Lison-Pramaggiore, Villa Zeno (unica villa del Palladio nella zona) ed il Bosco Olmè di Cessalto.

La stazione è posta nelle vicinanze della SS14, itinerario percorso, dalla primavera fino alla fine dell’estate, dai numerosi cicloturisti che dal Tarvisio scendono verso Venezia e oltre.
È punto di arrivo/partenza del percorso cicloturistico “GiraLivenza”, si connette al sistema delle ciclabili della Provincia di Treviso e, considerato il buon numero di treni che vi si fermano, si candida a diventare punto di sosta e d’interscambio treno+bici in un ottica di servizio e potenziamento del cicloturismo.

Nessun commento: