venerdì 7 ottobre 2016

Jobs attack



Jobs attack è un cortometraggio che colpisce soprattutto perché rispecchia il mondo del lavoro con spietato realismo. È proprio quando la realtà coincide con i nostri più peggiori incubi del passato e quando la finzione non è più finzione ma diviene realtà che bisogna rendersi conto di essere arrivati a un punto di non ritorno.
Questo cortometraggio dovrebbe diventare virale ed essere visto da tutti i lavoratori perché non vi è lavoratore che non sia coinvolto in questo sistema malato. La libertà non esiste, tutto quello che pensiamo sia nostro in realtà rappresenta una libertà fasulla per la quale rinunciamo costantemente ai diritti fondamentali dell'uomo prima ancora che del lavoratore, ma cosa ancora più grave rinunciamo alla nostra dignità.

Nessun commento: